S.Egidio del Monte Albino. Cascone lascia la vice presidenza del consiglio

A Sant’Egidio Nunzio Carpentieri vive la sua peggiore stagione politica e naviga a vista

Mario Cascone
Mario Cascone

A Sant’Egidio Nunzio Carpentieri vive la sua peggiore stagione politica e naviga a vista. Da qualche giorno ha preso le distanze dall’agonizzante maggioranza il consigliere comunale Francesco De Angelis. Nella giornata di ieri anche l’attuale vice presidente dell’assise cittadina Mario Cascone, seppure in minoranza ha rassegnato le proprie dimissioni da tale carica:

Le motivazioni di Cascone

“Ho protocollato le mie dimissioni da vicepresidente del consiglio comunale di Sant Egidio del monte albino. Lo faccio nel rispetto dei consiglieri che mi hanno votato, venendo inoltre meno la figura di presidente occupata fino a qualche giorno fa dal dottor De Angelis, a cui esprimo la solidarietà politica e vicinanza del intero gruppo di minoranza. Le dimissioni del dottor De Angelis, che seguono la dichiarazione di indipendenza del consigliere Massimo Giordano e del consigliere Laura Orlando, sono purtroppo frutto di quanto noi consiglieri di minoranza, tutti, abbiamo provato a mettere in evidenzia da ormai più di un anno, ossia un amministrazione lontana dalla gente, lontana dai veri problemi del territorio, lontana dagli obbiettivi che si era preposta, ma vittima di una politica familiaristica dettata da qualche assessore che negli ultimi mesi ha usato la casa comunale a proprio uso e consumo” dice Cascone.

In supporto di De Angelis

“Il dottor De Angelis, ha ascoltato la sua gente, ha ascoltato i suoi elettori e ha fatto quello che la gente ha chiesto. Oggi – continua Cascone – la maggioranza uscita dalle urne di fatto non esiste più ed è per questo che chiederemo la convocazione del Consiglio Comunale nei prossimi 10 giorni al fine di poter chiarire agli occhi dei cittadini quali siano le motivazioni che hanno portato a tutto ciò. Il nostro interesse comune, unitamente ai consiglieri Orlando ed al dottor De Angelis, resta quello di migliorare ogni giorno i servizi, la vivibilità, le strutture del paese che ogni giorno viviamo”.