Scafati. Aliberti “Non ho debiti con il comune, anzi..”

Aliberti “Non ho nessun debito con il Comune di Scafati, anzi, sono io ad essere creditore per 20mila euro”

Pasquale Aliberti
Pasquale Aliberti

“Non ho nessun debito con il Comune di Scafati, anzi, sono io ad essere creditore per 20mila euro”. A chiarire è l’ex sindaco Pasquale Aliberti, in merito alla oramai nota vicenda dei progetti obiettivo 2008-2009, che ha visto Corte dei Conti condannare una ventina tra ex amministratori e funzionari comunali a rimborsare il Comune di Scafati per circa 250 mila euro.

Coinvolti

Tra questi anche il sindaco Cristoforo Salvati e Mario Santocchio, Presidente del Consiglio Comunale. Ad Aliberti, condannato al pagamento di 13mila euro, nei mesi scorsi il ragioniere capo Giacomo Cacchione aveva trattenuto le indennità di carica e di fine mandato per la somma di 20mila euro.

Impugnativa

Una decisione che l’ex sindaco ha impugnato davanti al Tribunale di Nocera Inferiore. “Io ho pagato e per una sentenza di primo grado del Tribunale Civile devo avere soldi dal Comune di Scafati una cifra pari a 20mila euro”. Una sentenza alla quale Palazzo Mayer si è opposto. In questi giorni il ragioniere capo Giacomo Cacchione ha comunicato in una nota a Sindaco e Presidente dell’Assise la decisione di trattenere dalle indennità di carica le somme di 23mila euro per Salvati e 13mila euro per Santocchio, in virtù della sentenza di primo grado, alla quale entrambi hanno fatto appello. Secondo la segretaria comunale l’appello sospende l’esigibilità del debito, perché, in assenza di esecutività, non può essere definito certo, liquido ed esigibile. Nonostante ciò, Cacchione ha deciso di ‘rateizzare’ la pendenza. “Una decisione presa in autonomia e a scopo cautelativo, alla quale noi non ci siamo opposti. Di fatto non esiste nessun nostro debito” replica Santocchio. Una dichiarazione contestata però da Pasquale Aliberti. “Salvati è l’unico sindaco d’Italia che ha un debito nei confronti del comune che viene compensato con l’indennità, se c’è un altro sindaco in Italia che si trova nella stessa situazione cederò la mia unica abitazione unica al comune di Scafati”.

Adriano Falanga