Scafati, fiume Sarno: In corteo per dire basta agli sversamenti illegali

La manifestazione, hanno assicurato i promotori, non sarà fine a se stessa. Saranno studiati una serie di esposti per sottoporre alla Procura tutte le questioni relative al controfosso d estro del Sarno

Scafati no agli sversamento fiume Sarno
Scafati no agli sversamento fiume Sarno

Manifestazione fiume Sarno

Scafati – Manifestazione per il disinquinamento del controfosso del fiume Sarno

Pubblicato da agro24.it su Sabato 31 agosto 2019

Il servizio di Umile Coppola

Basta all’inquinamento del fiume, il corteo è partito dal controfosso. Sabato mattina la gente è scesa in piazza, in frazione San Pietro, per sensibilizzare la popolazione, ma soprattutto le istituzioni circa l’inquinamento del controfosso destro del fiume Sarno. Una situazione di stallo irrimediabile causata principalmente dagli sversamenti illeciti di acque reflue non depurate, provenienti non solamente da scarichi industriali.

Situazione aggravata dalla stagione calda

Una situazione che si aggrava nella stagione calda in concomitanza con l’attività produttiva delle industrie agroalimentari hanno spiegato gli organizzatori. Un corso d’acqua che diventa torbido e tormenta con miasmi insopportabili gli abitanti costretti a chiudersi in casa. Un problema risolvibile e assolutamente alla portata dell’amministrazione comunale secondo gli abitanti.

Le azioni da fare

La manifestazione, hanno assicurato i promotori, non sarà fine a se stessa. Saranno studiati una serie di esposti per sottoporre alla Procura tutte le questioni relative al controfosso d estro del Sarno, dicono gli organizzatori al quotidiano Metropolis. Al corteo di sabato mattina presente anche il sindaco di Scafati Cristoforo Salvati accompagnato da una parte della giunta e da consiglieri di maggioranza e opposizione, oltre a diversi esponenti politici locali. Salvati ha ribadito: “Sono al fianco dei miei concittadini in questa sacrosanta battaglia a tutela della salute e dell’ambiente”.