Scafati. La città commemora la ‘Battaglia di Scafati’.

Il 28 settembre la Città ricorda la liberazione di Scafati dalle truppe tedesche

Del secondo conflitto mondiale ricordiamo le rastrellate tedesche, le uccisioni gratuite, i tiri liberi con le baionette e la lotta partigiana, principalmente delle citta’ del nord. I nostri libri di storia non ci illustrano che anche Scafati fu protagonista di questa lotta. Il 28 settembre 1943 è una data da ricordare per tutti i cittadini “radicati” e, non solo, del comune dell’agro-nocerino sarnese. All’ epoca Scafati era un piccolo centro contadino sulla strada che da Salerno portava a Napoli, e nell’avanzata anglo-americana volta a spazzare via il nemico tedesco, era inevitabile non imbattersi nella citta’ delle scafe. Un gruppo di contadini, ivi presenti, a sud della citta’ bloccarono la risalita anglo-americana. Si trattava infatti del primo gruppo di resistenza del sud-Italia, il gruppo 28 settembre 1943.Quel giorno esso collaboro’ attivamente con gli inglesi per fermare l’avanzata tedesca. Per volontà della precedente amministrazione questa Battaglia è stata inserita negli eventi più importanti della Città. Domani, la commemorazione prenderà di nuovo vita con il raduno alle 9.30 presso la casa comunale e la deposizione delle corone d’alloro presso il Monumento ai Caduti.