Angri verso il voto amministrativo. La posizione di Alfonso Scoppa

In seguito alle insistenti indiscrezioni a mezzo stampa circa la sua possibile candidatura alla guida della città arrivano le precisazioni dell’ex consigliere comunale Alfonso Scoppa

Alfonso Scoppa
Alfonso Scoppa

Alfonso Scoppa precisa. In seguito alle insistenti indiscrezioni a mezzo stampa circa la sua possibile candidatura alla guida della città arrivano le precisazioni dell’ex consigliere comunale Alfonso Scoppa.

“In questi giorni, sui giornali cittadini spesso si leggono notizie di natura elettorale, su possibili scenari, probabili candidati, varie ed eventuali. Mi permetto di fare piccole riflessioni essendo stato spesso indicato tra i “possibili candidati”. Angri è una cittadina con grandi potenzialità; tanti sono coloro i quali potrebbero rivestire una carica così importante (quella di primo cittadino intendo), molti infatti avrebbero tutti i requisiti soggettivi e oggettivi per affrontare le insidiose situazioni amministrative locali. Personalmente non ho mai partecipato ad alcuna riunione politica, non ho mai manifestato con alcuno la mia eventuale volontà ad affrontare una così dispendiosa campagna elettorale, non ho mai corteggiato o coltivato nidi di voti. Mia abitudine, modus vivendi, è soltanto e sempre stato quello di vivere la mia quotidianità a contatto con le persone, con gli amici, con i commercianti, per la sola passione verso la mia terra. Ovvio che ciò scaturisce da una sola speranza, quella di riuscire a vedere un lumicino in fondo ad una spelonca sempre più buia, pervasa di turpitudini e di minacce, che, per banale allegoria, rappresentano un futuro sociale, ambientale, culturale ed economico sempre più misero ed inospitale. In virtù di questo mio impegno disinteressato, che tanti amici vorrebbero condividere con me la speranza di vedere un paese gestito con chiarezza, trasparenza e grande partecipazione attiva”.

Contributo a margine

Scoppa non esclude, comunque, un suo coinvolgimento seppure marginale attraverso la sua associazione: “Ho presieduto un’associazione politica denominata “Un’Altra Angri, protagonisti del bene comune”, con la quale, mediante proposte, critiche e consigli, ho partecipato anche coralmente all’attività pubblica, seppure avulso dal contesto politico istituzionale. Ho redatto, insieme ai miei associati, un programma politico con pochi punti, green e low cost, al fine di garantirne la realizzabilità immediata e la tangibilità dei benefici: realizzazione dei parcheggi; pedonalizzazione del centro; potenziamento del trasporto pubblico; rimodulazione della distribuzione del carico fiscale TARI; abolizione della monetizzazione degli standard urbanistici a meno dei piccoli interventi”.

Indicazioni

Scoppa infine da anche delle precise indicazioni: “Pochi punti sui quali sarebbe utile a tutti gli stakeholders e per tutti gli questi dare la propria opinione, integrare e trovare un accordo, una sintesi positiva per evitare frammentazioni “nocive” alla società. Il mio augurio è questo, la mia speranza è che chi ha più “polvere”, spari positività, eviti plotoni di cercatori di voti senza scopo pubblico e si ci occupi insieme di un paziente molto grave e molto amato: Angri”.

Luciano Verdoliva