Pompei. Si apre la stagione della caccia…ma è consentito?

Sono tanti i cittadini che, di primo mattino, sentono riecheggiare nell'aria colpi di fucile.

A Pompei si apre la stagione della caccia. Sono tanti i cittadini che, di primo mattino, sentono riecheggiare nell’aria colpi di fucile. Succede sempre, con una certa puntualità. A denunciare ciò che si sta verificando in via Arpaia e via Spinelli è un cittadino di Pompei che avrebbe colto sul fatto un gruppetto di cacciatori “che si divertono a sparare all’impazzata dei poveri uccelli, moltissimi di razza protetta. E’ probabile che queste persone non possiedano il porto d’armi”. E’ quanto si legge dalle sue furiose esternazioni sulla sua pagina Facebook. Eppure esistono delle regole ferree sui luoghi in cui è possibile cacciare. Il porto d’armi uso caccia consente al possessore l’abbattimento solo di alcune specie in un periodo dell’anno regolamentato dallo Stato con norma di legge. Abbattere un volatile o animale dove questo non è consentito prevede una causa penale, il ritiro del porto d’armi e il sequestro del fucile. Si spera che i volatili colpiti non siano esemplari rari e in via d’estinzione, come è stato ipotizzato da alcuni utenti.