Scafati. Consiglio Comunale al 3 e 30 Ottobre

Si prospetta un clima infuocato

Si prospetta già un consiglio comunale fiume e infuocato, quello convocato dal Presidente del Consiglio Mario Santocchio, per il prossimo 10 ottobre. Sono 9 gli ordini del giorno, oltre interrogazioni e interpellanze. Si va dall’approvazione al Bilancio Consolidato del gruppo Comune di Scafati, al via libera ad alcune variazioni di bilancio, passando per il riconoscimento di debiti fuori bilancio derivanti da 41 sentenze esecutive che hanno visto soccombere Palazzo Mayer. Previsto anche il rinnovo della convenzione con il piano di Zona S1. Un rinnovo triennale, con possibilità di uscire in qualsiasi momento, nelle more della costituzione dell’azienda consortile. Al centro della discussione però ci sarà senza dubbio l’affidamento delle funzioni e attività di riscossione coattiva dei Tributi alla Ex Equitalia, oggi “Agenzia delle Entrate – Riscossione”. Un tema che ancora oggi sta tenendo sulle spine la stessa maggioranza, spaccata sulla decisione voluta dall’ufficio Fiscalità Locale e supportata, ovviamente, dal sindaco e dall’assessore Maria Pisani. Sarebbero sei i consiglieri che hanno palesemente mostrato di essere in disaccordo, tra cui i quattro esponenti del gruppo “Scafati al Centro”, composto dai leghisti Serena Porpora e Giovanni Bottone, con i civici Arcangelo Sicignano e Nicola Cascone. Si cerca di scongiurare un voto contrario, che potrebbe far capitolare la tenuta dell’amministrazione. Stasera nuovo vertice di maggioranza per chiarire le posizioni e convincere gli indecisi. Le variazioni di Bilancio sono spostamenti di fondi da capitoli diversi. La carenza di personale ha comportato per l’Ente un risparmio sui costi preventivati, mentre l’intensa attività della Polizia Municipale ha permesso un maggiore introito frutto di multe e contravvenzioni emesse dagli uomini del comandante Giovanni Forgione. Somme che l’amministrazione intende trasferire alle Politiche Sociali e al settore Avvocatura, cercando di coprire le continue sentenze passate in giudicato che vedono soccombente il Comune di Scafati. Un nuovo Consiglio è previsto per il 30 ottobre, con al centro la discussione sulle incompatibilità di Marco Cucurachi e Michele Russo, quest’ultimo ha però già presentato la rinuncia al contenzioso.

Adriano Falanga