Angri. Mano tesa alla scuola per colorare le giornate dei piccoli

I genitori del terzo circolo si sono rimboccati le maniche e in un moto di solidarietà, con il contributo determinante di numerosi benefattori, hanno tinteggiato il plesso Taverna in via Nazionale

Angri. Scuola III Circolo Didattico Taverna
Angri. Scuola III Circolo Didattico Taverna

Una mano tesa alla scuola per colorare le giornate dei più piccoli. I genitori del terzo circolo si sono rimboccati le maniche e in un moto di solidarietà, con il contributo determinante di numerosi benefattori, hanno tinteggiato il plesso Taverna in via Nazionale. Quattordici aule – 4 materne e 10 primarie – oltre gli androni e le scale.

L’intervento risale alla fine di agosto. L’iniziativa, però, è di qualche mese prima e ha preso le mosse dalla necessità di recuperare la bellezza degli ambienti frequentati dai bambini. Le promotrici preferiscono l’anonimato: «non cerchiamo vetrine, inseguiamo soluzioni condivise e immediatamente praticabili, nell’interesse di ciascuno».

La concretezza femminile.
«Abbiamo celebrato la concretezza femminile. Insieme alla dirigente scolastica. Prima ne abbiamo parlato noi mamme. Senza polemiche, ad aprile, si è deciso di rappresentare alla dott.ssa Del Barone le condizioni delle pareti, per sollecitarne la tinteggiatura. La mancanza di fondi ci ha spinte a chiedere il permesso a provvedere da sole».

«La dottoressa è parsa subito entusiasta e ha concesso il via libera. Qualche telefonata, la disponibilità di alcune, il sostegno di altre e la risposta del territorio hanno fatto il resto. In men che non si dica le pareti sono state riportate all’azzurro d’un tempo e negli androni, per la gioia dei bambini, sono comparse le mongolfiere».

Sforzi e tanta dedizione.
«Con sacrificio e dedizione siamo riuscite a superare l’emergenza. Con le difficoltà di un intervento immaginato, programmato ed eseguito in estate, quando in molti sono in vacanza. Ciò nonostante, chi c’era non si è sottratto e chi era altrove si è dato da fare da lontano, manifestando concretamente il proprio interesse alla iniziativa».
«Un grazie particolare va a ciascuno dei finanziatori. Hanno dato prova che tengono alla sorte della scuola, considerandola una risorsa del territorio: Iozzino Costruzioni; Caffè Vulcano; Aprea Moto; Il Mattino, della signora Sorrentino; Supermercato Decò; Panificio Giorgio; Studio legale De Fazio; Centro pi greco e, infine, Agrosistemi».
A.C.