Pagani Servizi: messaggi privati diffusi sul web, Toscano e Sessa denunciano

“Gli audio diffusi anche sul web risalgono all’8 settembre 2019. In quel momento ero pressato da tante problematiche, avevo subito attacchi sui social e mi sono sfogato. Voglio chiarire che Gambino non ha mai fatto pressioni su di me per chiedere assunzioni, mi ha solo chiesto di mantenere l’equità sociale tra i dipendenti. Lui, ovviamente, ragiona da politico, mentre io da amministratore e devo tener conto di altre situazioni”. A parlare è l’amministratore unico della Pagani Servizi che, stamani nella sala giunta di Palazzo San Carlo, ha tenuto una conferenza stampa ,insieme al sindaco facente funzioni Anna Rosa Sessa.

Un incontro con i giornalisti fissato per fare chiarezza sui due messaggi whatsapp inviati da Toscano ad Anna Rosa Sessa a settembre e che, nelle ultime ore, sono diventati pubblici, essendo stati diffusi in diverse chat e addirittura pubblicati sul web. Audio che raccontano della profonda amarezza di Toscano che preannuncia finanche le dimissioni e ribadisce che il suo sogno sarebbe stato quello di restare tra i banchi del consiglio comunale.

Nessuno dei due protagonisti riesce a spiegare come sia stato possibile che quei due messaggi privati, archiviati nelle loro chat private, siano diventati virali, ma entrambi, Toscano e Sessa, hanno annunciato che in giornata si recheranno dai carabinieri per denunciare la diffusione e la pubblicazione dei due vocali.

“Io sono tecnologicamente negato e non riesco a capire in che modo questi messaggi siano finiti nelle mani di chi poi li ha diffusi, a questo punto mi preoccupo di tutto. Se il mio interlocutore fosse stato un altro avrei avuto qualche sospetto, ma su Anna Rosa Sessa non ho alcun dubbio”, ha sottolineato Toscano.

“E’ una vigliaccata di chi continua a fomentare odio in questa città,di chi utilizza metodi politici che non ci appartengono –ha aggiunto Anna Rosa Sessa, commentando la pubblicazione degli audio -. Noi i nostri avversari li guardiamo, non agiamo in maniera subdola. Le denunce le abbiamo sempre fatte mettendoci la faccia”.

Durante la conferenza stampa, l’amministratore unico della Pagani Servizi ha anche tracciato un bilancio delle attività finora svolte e ha chiarito di aver ereditato una situazione complessa: 109 mila euro di perdite al 30 giugno 2019 e strade colabrodo.

“Abbiamo effettuato ben 513 interventi sulle buche che erano presenti lungo le strade. Non siamo intervenutoi su via traversa Mangioni perché in quel caso bisogna provvedere al rifacimento del manto stradale – ha evidenziato Toscano -. Abbiamo effettuato interventi allo stadio Torre per evitare che Pagani fosse esclusa dalle Universiadi, abbiamo riqualificato il laghetto in vasca Pignataro, abbiamo garantito interventi nell’area Peep e nelle zone periferiche, nonché sulle due varianti”.

Per quanto riguarda le perdite accumulate dalla società, l’amministratore unico ha puntualizzato che sono riferibili “all’incremento del costo del lavoro e in particolare a straordinari e ad assunzioni a tempo determinato fatte tra aprile e maggio 2019 ”.

“Nonostante la situazione che abbiamo ereditato fosse disastrosa – contributi e fatture per prestazioni occasionali non pagati – molto è stato fatto in questi sei mesi – ha dichiarato il sindaco facente funzioni Anna Rosa Sessa -. L’amministratore unico Toscano ha fronteggiato la situazione con grande professionalità“.,

Il sindaco ha anche annunciato che a breve si procederà a unificare le due società del Comune, la Pagani Servizi e Pagani Ambiente. “Due realtà rappresentano un dispendio enorme considerata la delicata situazione del Comune. Ovviamente, la fusione sarà realizzata salvaguardando i servizi e i dipendenti