Pagani. Toponomastica e crisi. In difesa dei commercianti

Durante il consiglio comunale del giorno 11 dicembre si inasprisce il dibattito in merito al cambio di denominazione di un tratto di strada di via Marconi in via De Vivo

Nello Palumbo
Nello Palumbo

Durante il consiglio comunale del giorno 11 dicembre si inasprisce il dibattito in merito al cambio di denominazione di un tratto di strada di via Marconi in via De Vivo. Preoccupazioni in merito a tale cambiamento da parte del consigliere Cesarano in quanto lo stesso possa causare problematiche logistiche ai residenti ed ai commercianti. Non ritarda la risposta da parte del consigliere di Direzione Pagani Alfonso Picaro, il quale sostiene che questa variazione non crei disagi ai commercianti ma bensì se il commercio a Pagani non decolla è solo ed esclusivamente colpa dei tali.

Solidarietà.
“Mi sento di esprimere la mia più affettuosa solidarietà a tutti i commercianti di Pagani, non solo quelli di Via Marconi, poiché – dice Nello Palumbo – le forti dichiarazioni del consigliere Picaro hanno toccato l’intera categoria della città. Non entro nel merito della scelta dell’amministrazione del cambio di denominazione della strada, ma quello che preoccupava era strettamente legato a problemi organizzativi e non lavorativi, mentre di risposta è arrivato l’attacco diretto alla qualità degli imprenditori della nostra città”.

Il monito.
“Credo che come amministratori dobbiamo renderci portavoci di queste difficoltà e non attaccare ed offendere se qualcuno non è d’accordo con qualche scelta politica. Mi aspetto che le associazioni di categoria prendano le difese dei nostri commercianti e si apra un tavolo di confronto per rilanciare il commercio in città e renderli partecipi anche per scelte importanti come quelle della ZTL. Inoltre attendo anche le scuse pubbliche del consigliere Picaro nei confronti dei nostri commercianti”.