S.Marzano. La comunità si ritrova per il ‘Notturnale dedicato a Santa Lucia’.

Canti, tammorre e danze popolari, sabato sera, hanno trasformato il centro storico di S.Marzano in un luogo magico, nel quale la luce di un grande fuoco e gli assaggi dei piatti della tradizione, come la ‘scassaria’, hanno riscaldato una serata gelida dal punto di vista climatico, ma caldissima sul piano dell’aggregazione e del senso di comunità.

“E’ proprio questo che volevamo. – ha dichiarato l’assessore allo Svilippo e promozione del turismo della Regione Campania Corrado Matera. – La Regione Campania, grazie all’utilizzo dei fondi POC, non dimentica i piccoli centri e le città a vocazione turistica. L’obiettivo è quello di valorizzare al massimo le potenzialità del territorio campano, punto di riferimento del sud nel settore turistico”.

La città di S.Marzano ha risposto in pieno all’invito dell’amministrazione comunale, con una massiccia presenza e una partecipazione assoluta, al ritmo di nacchere e danze popolari.
“E’ davvero una serata magica. – ha dichiarato il vicesindaco Francesca Barretta – Questi eventi restituiscono alla nostra comunità quel senso di appartenenza che non deve mai essere dimenticato. La presenza della Regione Campania, nella persona dell’assessore Matera, poi, rappresenta un segnale importante di attenzione verso il nostro territorio”.

Una lunga notte, iniziata nella preghiera e proseguita con il ritmo avvolgente e seducente della tarantella. A condire il tutto, le pietanze della tradizione, preparate con maestria e cura dagli stessi cittadini, veri conoscitori delle storie e delle tradizioni del luogo.

“Gli eventi in programma non finiscono qui. – ha informato, infine, l’assessore alla Promozione socio culturale Marco Iaquinandi – Il 23 Febbraio dedicheremo un’intera giornata all’Etno forum, con scambi culturali, artistici e gastronomici dei popoli del Meditteraneo. Un evento da non perdere”.