VIDEO – Angri. Area Corso Italia lavori fermi per modifiche progettuali

Riqualificazione dell’area ex scuola di Via Cervinia prolungamento Corso Italia. Il cantiere resta momentaneamente fermo per disposizioni burocratiche

Angri. Area Corso Italia lavori fermi per modifiche progettuali

Burocrazia
Riqualificazione dell’area ex scuola di Via Cervinia prolungamento Corso Italia. Il cantiere resta momentaneamente fermo per disposizioni burocratiche. Nel contratto di concessione al privato sottoscritto a inizio dell’anno, il concessionario doveva fornire il progetto definitivo ed esecutivo al comune. Ente che doveva approvare il progetto mediante un’apposita verifica e validazione, così come previsto dalla legge. Verifica fatta da un esperto validatore terzo nominato dall’ente comunale.

Il progetto presentato nella scorsa primavera dalla ditta non avrebbe superato la validazione. La ditta dopo avere consegnato il progetto al validatore ha ricevuto, a termine di un primo esame della documentazione, una corposa richiesta d’integrazione, circa undici pagine di note e di osservazioni tecniche da integrare.

Le necessarie modifiche
A tutt’oggi l’impresa concessionaria sta apportando le dovute integrazioni al progetto per essere sottoposte a una nuova validazione. Solo a termine del “nulla osta” all’iter la ditta potrà attivare nuovamente il cantiere e procedere con i lavori per la demolizione dello storico plesso scolastico ed effettuare i dovuti rilevi tecnici. Nel frattempo sono in corso di esame anche i pareri di tutti gli enti sovra comunali competenti. La Regione dovrà pronunciarsi per la discarica di smaltimento dei materiali di demolizione, il Genio Civile si deve pronunciare sulle parti strutturali e Provincia e Soprintendenza su eventuali vincoli paesaggistici. L’amministrazione uscente Ferraioli definì il progetto un “Intervento di riqualificazione urbana sostenibile”.