VIDEO – Angri. Scoppia il caso delle concessioni edilizie lumaca

Un processo di rallentamento che incide in maniera notevole anche sulle casse comunali che proprio dal rilascio delle licenze e dei vari permessi potrebbe fare cassa

Angri. Scoppia il caso delle concessioni edilizie lumaca

Tutto estremamente lento.
Pratiche lumaca per la concessione delle licenze edilizie e dei permessi a costruire o a ristrutturare. Il comune angrese avrebbe accumulato circa due anni di pratiche arretrate.

La lentocrazia dell’Unità Operativa Complessa Promozione, Sviluppo, Gestione Territoriale e Patrimonio sta bloccando non solo il settore delle costruzioni ma inciderebbe anche sulle casse comunali. Molti cittadini richiedenti concessioni, permessi e licenze sono all’esasperazione per il mancato rilascio delle certificazioni che, in tempi accettabili e nella norma, non dovrebbero superare i novanta giorni, invece la dilatazione dell’attesa per il rilascio del prezioso permesso determina un blocco inspiegabile.

Ripercussioni sulle casse comunali.
Un processo di rallentamento che incide in maniera notevole anche sulle casse comunali che proprio dal rilascio delle licenze e dei vari permessi potrebbe fare cassa e risolvere molti degli annosi problemi di bilancio che oggi impediscono assunzioni, interventi di manutenzione incisiva e altri servizi del tutto bloccati da circa cinque anno. Durante il sindacato Ferraioli l’Unità Operativa Complessa, Promozione, Sviluppo, Gestione Territoriale e Patrimonio sarebbe stata “frenata” perché nei progetti del “sindaco sospeso” Cosimo Ferraioli ci sarebbe stato il progetto di esternalizzare la gestione delle licenze di concessione.

Un disegno bloccato, presumibilmente, proprio dalla defenestrazione di Ferraioli, lo scorso giugno, che non ha avuto il tempo per “disfarsi” dello scomodo ufficio delle licenze. Ora si chiede al commissario prefettizio straordinario Alessando Valeri di valutare la mancata funzionalità di questo importante ufficio vera cassa per l’ente da sempre sottovalutato.
Luciano Verdoliva