VIDEO – Sant’Antonio Abate. Il comune adersice al decreto crescita

Con l’adesione al Decreto per l’ente guidato da Ilaria Abagnale si prospetta una concreta possibilità di sviluppo per le attività commerciali

Sant’Antonio Abate. Il comune adersice al decreto crescita

Agevolazioni mirate.
Il comune aderisce al Decreto Crescita. Con atto di giunta, infatti, l’amministrazione ha deciso di partecipare alle “Agevolazioni per la promozione dell’economia locale mediante la riapertura e l’ampliamento di attività commerciali, artigianali e di servizi”, per le quali il Ministero dell’interno ha istituito un fondo con una dotazione pari a 5 milioni di euro per il solo anno 2020, destinati poi ad aumentare negli anni successivi.

Possibilità di sviluppo.
Con l’adesione al Decreto per l’ente guidato da Ilaria Abagnale si prospetta una concreta possibilità di sviluppo per le attività commerciali. La concessione è rivolta ai soggetti che procederanno all’ampliamento di esercizi commerciali già esistenti o alla riapertura di esercizi chiusi da almeno sei mesi operanti nei settori del commercio al dettaglio, artigianato, turismo, fornitura di servizi destinati alla tutela ambientale, alla fruizione dei beni culturali e al tempo libero. Agevolazioni che verranno erogate sotto forma di contributi nell’anno in cui avviene l’apertura o l’ampliamento degli esercizi, e per i tre anni successivi.

La misura dei contributi è rapportata alla somma dei tributi comunali dovuti dall’esercente e regolarmente pagati nell’anno precedente a quello nel quale è presentata la richiesta di concessione, fino al 100% dell’importo. I soggetti interessati dovranno presentare annualmente richiesta (dal 1 gennaio al 28 febbraio) all’ufficio comunale competente, attraverso la compilazione di un apposito modello.

I contributi sono concessi nell’ordine di presentazione delle richieste, fino all’esaurimento delle risorse previste nel bilancio comunale.