VIDEO – Scafati. Stadio comunale poca chiarezza della maggioranza

Scafati. Stadio comunale poca chiarezza della maggioranza. Il gruppo consiliare Insieme per Scafati, nel Consiglio Comunale del 6 novembre ha discusso un'interrogazione per fare luce sui tempi di disponibilità dello stadio

Scafati. Stadio comunale poca chiarezza della maggioranza

Questione Stadio. Anche qui confusione, tanta confusione.
La Nota di Insieme per Scafati: “Nel Consiglio Comunale del 6 novembre, come consiglieri della coalizione Insieme Per Scafati, abbiamo discusso una interrogazione mirante a fare luce sui tempi di disponibilità dello stadio comunale. Come si ricorderà, in estate si era detto da parte di esponenti dell’amministrazione che lo stadio sarebbe stato disponibile a fine Ottobre”.

Imbarazzo
“In consiglio comunale, invece, il Sindaco ha risposto dicendo che per avere lo stadio occorre attendere il certificato di prevenzione incendi dei vigili del fuoco e poi la commissione di vigilanza per i locali di pubblico spettacolo, che sarebbe stata già convocata. Il sindaco ha anche aggiunto che i vigili del fuoco hanno sessanta giorni per rispondere”.

“Ora evidentemente una persona comune comprende che stiamo attendendo i Vigili del Fuoco. In realtà le cose stanno esattamente al contrario. Sono i vigili del fuoco che attendono noi. Infatti i vigili del fuoco si sono già pronunciati a Settembre del 2017, due anni fa, esprimendo parere favorevole, con prescrizioni. I Vigili del Fuoco attendono, pertanto, che il Comune presenti la documentazione, relativa ai lavori, che non è stata ancora presentata. Uno dei punti critici, tuttora in alto mare, è la via di fuga dal settore ospiti che il comune ha proposto attraverso una proprietà attualmente privata. Quando e se sarà risolto il problema della via di fuga si potrà procedere ai passaggi successivi. Ora una semplice considerazione, perché si sono fatte promesse sui tempi? Perché non si dice la verità? Al netto di tutto ciò si lavori su quanto ancora manca per ridare lo stadio alla città”.