Angri. Il Consiglio di Stato respinge la sospensione di Ferraioli

Cosimo Ferraioli almeno per il momento resta alla guida della città. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza) si è immediatamente pronunciato sul ricorso proposto da Gianluca Giordano

Cosimo Ferraioli e la sua giunta 2020
Cosimo Ferraioli e la sua giunta 2020

Cosimo Ferraioli almeno per il momento resta alla guida della città. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza) si è immediatamente pronunciato sul ricorso proposto da Gianluca Giordano, rappresentato e difeso dall’avvocato Andrea Di Lieto respingendo l’istanza di una nuova possibile sospensione e rinviando la discussione collegiale alla camera di consiglio del 20 febbraio 2020.

Se ne riparla il 20 febbraio.
Il dispositivo del Consiglio di Stato è chiaro e si legge: “Considerato che nella fase attuale di sommaria delibazione, prevale l’interesse generale – fino alla discussione collegiale in camera di consiglio – alla continuità amministrativa dell’ente, presso il quale l’odierno controinteressato, già ricorrente in primo grado, si è reinsediato in qualità di Sindaco, con la contestuale cessazione dell’attività commissariale”.