Sant’Egidio del Monte Albino. Carpentieri alle strette. Petrosino incalza

Alessandra Petrosino, leader del Comitato "No forno", incalza il sindaco Carpentieri in cerca di chiare risposte per la perdurante situazione di stallo vissuta dal paese

Alessandra Petrosino
Alessandra Petrosino

Alessandra Petrosino, leader del Comitato “No forno”, incalza il sindaco Carpentieri in cerca di chiare risposte per la perdurante situazione di stallo vissuta dal paese. Dalla vicenda legata alla realizzazione del forno crematorio alla mancanza di numeri in maggioranza. Quesiti che attendono risposta.

Vicenda forno crematorio.
“Sono passati oramai 10 giorni da quando in Regione Campania è stato approvato l’emendamento con il quale si sospende la realizzazione di crematori e il Sindaco Nunzio Carpentieri e quello che resta della maggioranza ancora nulla” dice Petrosino. La stessa Petrosino pone una domanda pubblica che è un po’ il pensiero collettivo dei suoi concittadini.

Carpentieri vuole defilarsi.
“Si vocifera che lei, caro signor Sindaco, si ricandiderà alle prossime elezioni regionali. La legge non permette al Sindaco in carica di candidarsi per le elezioni regionali. Per poterlo fare, il Sindaco si deve dimettere. Sindaco è vero che lei si candiderà alle regionali? Se si, si dimetterà o farà come l’altra volta, costruendo ad arte una falsa causa di conflitto con il comune (multa?)”? domanda imbarazzante per il primo cittadino in chiara difficoltà politica e di consenso.

L’abbandono della comunità.
Petrosino poi incalza: “Se si candiderà, a parte che aveva giurato in campagna elettorale di candidarsi per fare il Sindaco di Sant’Egidio del Monte Albino, prima risolverà il problema del forno crematorio? Cioè, ne bloccherà la realizzazione”? Ancora Petrosino lo inchioda davanti alle scelte: “come l’altra volta, pur di candidarsi alle regionali per il suo egoismo, la maggioranza si è spaccata. Quindi mi chiedo, farà un passo indietro o ancora una volta abbandonerà baracca e burattini per un suo interesse personale? Voglio ricordarle che i problemi di questo paese non si risolvono in regione! La Città aspetta risposte”. Per il momento Carpentieri tace.