Angri. Polizia locale. Parte una verifica alle bici elettriche circolanti

Il comandante dei caschi bianchi Anna Galasso e i suoi collaboratori hanno deciso di fare luce su questo segmento ancora “oscuro” e sulla borderline del codice della strada

Angri Polizia Locale
Angri Polizia Locale

Parte dal comando di Polizia Locale un’approfondita verifica ai due ruote ad alimentazione elettrica. Una verifica che si rende necessaria anche alla luce di un recente sinistro che ha visto coinvolto proprio un due ruote elettrico.

Un segmento oscuro.
Il comandante dei caschi bianchi Anna Galasso e i suoi collaboratori hanno deciso di fare luce su questo segmento ancora “oscuro” e sulla borderline del codice della strada. Si tratta di capire se effettivamente i due ruote che circolano sul territorio sono semplici bici elettriche o si configurano come vere e proprio moto dotate di “accorgimenti” che ne aumentano potenza, cavalli e la velocità mettendo in pericolo l’incolumità di chi le guida diventano anche una vera insidia per il traffico cittadino e i pedoni.

I parametri.
In effetti normativa sulle bici elettriche stabilisce che, per essere considerati tali, i mezzi a due ruote devono rispettare i parametri indicati dalla direttiva 2002/ 24 CE. In tutti gli altri casi, le bici vengono accomunate ai ciclomotori e devono essere considerati come tali tanto dagli utilizzatori quanto dalle Forze dell’Ordine. Le verifiche che saranno attuate ad Angri ben presto potrebbero riguardare anche ad altri comuni dopo l’iniziativa presa dal comando di Polizia Locale di Viale Michelangelo, in perenne emergenza di personale ma molto attento al codice della strada.
Luciano Verdoliva