Scafati. Coronavirus, Salvati chiude le scuole. E’ stretta sui controlli

Chiudono le scuole fino al 3 aprile. Attivato un numero per l'assisitenza ai bisognosi e controlli serrati delle forze dell'ordine

Nuova ordinanza del sindaco Cristoforo Salvati, da oggi resteranno chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado, fino al prossimo 3 aprile, salvo proroghe. Sono giorni concitati per il primo cittadino, alle prese con l’emergenza Covid-19 che in città attualmente ha fatto registrare la positività di sei persone: un nucleo familiare di 5 componenti e un commercialista 45enne. Tutti e 6 sono in isolamento domiciliare e le loro condizioni non sono gravi. Se il fine settimana ha fatto registrare una buona risposta degli scafatesi all’obbligo di restare a casa salvo necessità, ieri mattina con la ripresa della settimana feriale si è avuta anche una ripresa anche della circolazione stradale, pedonale e viaria. Polizia Municipale e Carabinieri sono stati costantemente impegnati nelle verifiche a campione, che hanno interessato decine tra automobilisti e pedoni. Non si sono registrate denunce, ma da stamattina dovrebbe essere tolleranza zero. Il comandante dei carabinieri, tenente Gennaro Vitolo, ha infatti predisposto la sospensione delle attività amministrative derogabili al comando, in modo tale da liberare uomini per il controllo del territorio. Al momento i controlli vengono effettuati nelle principali arterie all’ingresso della città, diventa però necessario estenderli anche al centro cittadino, dove resiste ancora qualche gruppetto di nostalgici della chiacchierata in piazza. Per l’assistenza ad anziani soli, portatori di handicap e persone in difficoltà che non possono fare la spesa, reperire e comprare farmaci e beni di prima necessità, è stato attivato il numero 800253283, gestito dalla Protezione Civile, Misericordia e Croce Rossa. Fino al 3 aprile sospesa la sosta a pagamento su tutto il territorio nazionale. “Questa emergenza va affrontata con maturità e senso di responsabilità. Bisogna stare assolutamente a casa per il bene di tutti” l’appello del primo cittadino.

Adriano Falanga

Agro24Spot