Coronavirus. Cava de’ Tirreni, parte la colletta alimentare

Colletta alimentare organizzata dall’Amministrazione Servalli, dalla Protezione Civile cavese, Servizi sociali e Caritas Diocesana

È partita la colletta alimentare organizzata dall’Amministrazione Servalli con il supporto della Protezione Civile cavese e i Servizi sociali, ed in collaborazione con la Caritas Diocesana. Dalla prossima settimana sarà avviata la distribuzione, che sarà esclusivamente a domicilio, effettuata dal Gruppo Volontari della Protezione Civile. Le famiglie e quanti abbiano necessità di un aiuto concreto, trovandosi in difficoltà per l’emergenza sanitaria coronavirus, possono chiamare, tutti i giorni, il numero dell’Ufficio Servizi Sociali 089 68.23.40, dalle ore 9 alle 20.

Sarà invece la Protezione Civile, chiamando il numero verde 800 22.51.56, a raccogliere le richieste per le donazioni e organizzare la raccolta, sia da parte delle aziende che vorranno contribuire con forniture di generi alimentari non deperibili, prodotti per l’igiene, farmaci da banco, sia presso gli esercizi commerciali dove anche il singolo cittadino può lasciare le donazioni,

“Vogliamo dare una mano concreta – afferma il Sindaco Servalli – a quanti non riescono più a lavorare, o sbarcare il lunario con piccoli lavoretti per mantenere se stessi e le proprie famiglie. Costoro sono al parte della società più esposta a questa emergenza che ci costringe a stare in casa per salvaguardare il bene fondamentale della salute. Siamo tutti in campo per aiutare chi è in difficoltà, l’Amministrazione comunale, la Chiesa con la Caritas, le associazioni di volontariato, e sono molto contendo di quanti stanno rispondendo a questa chiamata per fare donazioni”.