Scafati. Futuro Acse e assessorato a Di Massa le novità

Il futuro dell’Acse e assessorato ad Alfonso Di Massa sono le novità politiche che emergono in questi giorni

Salvati Di Massa
Salvati Di Massa

Il futuro dell’Acse e assessorato ad Alfonso Di Massa sono le novità politiche che emergono in questi giorni. Seppur a rilento, e con i riflettori puntati sull’emergenza sanitaria che vede la città di Scafati coinvolta in pieno con i suoi 50 casi registrati, la politica riprende il suo percorso. Il lungo stop e la paura di contagi ha tenuto fermo per diverse settimane il dibattito Istituzionale. Niente Giunte, Consigli Comunali, niente commissioni e niente maggioranze. Poi lo “smart working” è entrato anche a Palazzo Mayer, e su pressione del Presidente del Consiglio Comunale Mario Santocchio sono ripresi i lavori.

La parola a Santocchio.

“Abbiamo regolamentato le sedute di Giunta, commissioni e conferenza capigruppo in videoconferenza” spiega Santocchio, mentre per i Consigli Comunali l’argomento è più complesso. “Non mi convince l’Assise in videoconferenza, troppi ostacoli e difficoltà, piuttosto stiamo valutando, con il Sindaco e la segretaria Giovanna Imparato, di tenere le sedute nell’Aula consiliare, avendo cura di rispettare le prescrizioni in materia per evitare assembramenti”. E il consiglio Comunale potrebbe esserlo. “Per questo stiamo verificando bene, chiedendo anche pareri al Ministero. L’aula consiliare è molto ampia, e può garantire il posizionamento dei consiglieri a debita distanza l’uno dall’altro. Chiaramente in assenza di pubblico e con la sola presenza della stampa”.

L’Acse e Di Massa in giunta.

E l’urgenza consiliare nasce anche per l’imminente approvazione del bilancio Acse, con conseguente addio del manager Daniele Meriani. La maggioranza ha deciso, il commercialista salernitano voluto dalla commissione straordinaria ha esaurito il suo compito, ma sulla sua successione non c’è unità. C’è chi spinge per tenere l’amministratore unico, e chi invece vuole la reintroduzione del cda. In questo caso è necessaria una delibera consiliare. Cristoforo Salvati ha però chiesto un voto unanime, ragion per cui lunedì sera nuova maggioranza per riuscire a trovare una sintesi. Scalpita la civica “Insieme Possiamo”, che rivendica di poter esprimere una rosa di nomi per il nuovo amministratore (o presidente di cda). Salvati ufficializza l’ingresso in Giunta di Alfonso Di Massa, che conserva le deleghe a Commercio e Polizia Municipale detenute da consigliere. A subentrare, in lista Fdi, Sonia Ferrara, già collaboratrice professionale del sindaco e alla sua prima esperienza Istituzionale.
Adriano Falanga