L’emergenza. Coronavirus: a Pompei 238mila euro per buoni spesa

Coronavirus: a Pompei 238mila euro per buoni spesa. Commissario, speso piu' di quanto ricevuto da Protezione Civile

Coronavirus Pompei
Coronavirus Pompei

Coronavirus: a Pompei 238mila euro per buoni spesa.

Aiuti rapidi e concreti alle famiglie in difficolta’ economiche, in seguito alla crisi derivata dall’epidemia da Covid-19: e’ quanto ha assicurato a 719 richiedenti il commissario prefettizio del Comune di Pompei, Santi Giuffrè, che ha firmato una convenzione per l’assegnazione di voucher-sociali (buoni-spesa) da spendere nei supermercati della citta’ mariana.

Commissario, speso piu’ di quanto ricevuto da Protezione Civile.

”Avevamo ricevuto dalla Protezione Civile 214mila euro per offrire sostegno a chi aveva bisogno di acquistare generi di prima necessita’ – spiega il commissario prefettizio Giuffre’ – In grande velocita’ abbiamo pubblicato il bando per selezionare le societa’ che potevano accedere alla convenzione con il Comune. Sono giunte tre offerte e l’analisi delle pratiche pervenute ci ha portati alla scelta di Ticket Restaurant con cui abbiamo acquistato 238mila euro di buoni-spesa, quindi anche piu’ della somma assegnata a Pompei dalla Protezione civile. E credo che siamo tra i primi Comuni ad avere assolto a questo compito”. ”In pratica – aggiunge il commissario di Pompei – abbiamo speso anche piu’ di quanto ricevuto per i piu’ bisognosi. Abbiamo dato a tutti i richiedenti, in misura del numero dei componenti della famiglia, da un minimo di 100 euro per chi vive da solo, a un massimo di 500 per famiglie con tre figli o piu’ componenti”. I buoni-spesa sono spendibili in tutti i supermercati della citta’. Mentre prosegue la distribuzione dei pacchi alimentari consegnati di casa in casa.

ASK