Sarno. Dorme nel cimitero e danneggia tombe e cappelle

Avrebbe devastato tombe e cappelle. A essere indiziato dei danni sarebbe un uomo di origini straniere già fermato e denunciato alcune settimane fa dalle forze dell’ordine

Sarno cimitero
Sarno cimitero

Raid notturni.

Avrebbe devastato tombe e cappelle. A essere indiziato dei danni sarebbe un uomo di origini straniere già fermato e denunciato alcune settimane fa dalle forze dell’ordine. Pare che dormisse all’interno del perimetro cimiteriale da dove usciva di mattina per rientrarci di notte.

La scoperta.

I danni sono stati scoperti nella mattinata di ieri, secondo quanto riporta “Il Mattino” dai familiari delle vittime della frana del 5 maggio 1998 in loco per celebrare il ricordo della terribile tragedia. I congiunti hanno accertato i danni alle serrature delle cappelle, vetrate prese di mira e l’asportazione di vasi e cornici delle foto da alcune tombe collocate nell’ala del vecchio cimitero. Pare che l’uomo, per diverse notti, avrebbe usato una tomba come letto, spostando il grosso marmo di copertura del sepolcro. Il cimitero è stato riaperto al pubblico lunedì 4 maggio, dopo oltre cinquanta giorni di chiusura forzata dovuta alle misure di contenimento dell’epidemia legata al coronavirus.