Pagani. Gambino: “Non mi candido a sindaco”

Alberico Gambino
Alberico Gambino

“Non mi ricandiderò a sindaco”. Lo precisa il consigliere regionale Alberico Gambino.

“Cari Paganesi, Vi rispetto. Vi ho sempre rispettato. Ed è per rispetto di Pagani, che ho voluto andare fino in fondo per ottenere un’assoluzione con formula piena per le accuse addebitatemi anni or sono; è per il medesimo rispetto, che mi sono ricandidato a Sindaco di Pagani nell’osservanza della legge, che me l’ha consentito, per rimettere in moto il paese; è sempre per rispetto che in questi mesi, nonostante le delusioni personali, ho evitato di imporre e ostentare le mie ragioni e la mia presenza benché sia stato sempre vigile e partecipe, nei momenti di crisi, sull’intero territorio (ci sono atti e persone che lo testimoniano); ed è ancora per rispetto che NON MI RICANDIDERÒ A SINDACO, pur avendone la facoltà, ma solo perché non ho potuto mantenere la promessa della realizzazione del mio programma elettorale. Però, resto cittadino di Pagani, resto un già sindaco, resto un consigliere regionale eletto anche con i vostri consensi e vi DEVO il mio massimo impegno personale, sociale e politico, mettendo a disposizione la mia esperienza e le mie capacità, per costruire un più forte e coeso centrodestra. Il tempo è sempre galantuomo. Sempre vostro”. Queste le sue parole.