Fase 2: in Campania scatta sì per cibo asporto e corsa

Si' al cibo d'asporto, niente fasce orarie per passeggiare e si' alla possibilita' di correre in Campania

Vincenzo De Luca Coronavirus
Vincenzo De Luca Coronavirus

Si all’asporto.

Si’ al cibo d’asporto, niente fasce orarie per passeggiare e si’ alla possibilita’ di correre in Campania. La decisione della Regione e’ arrivata dopo un “incontro di merito con la task force e i rappresentanti delle Camere di Commercio della Campania”. “Si e’ decisa la riapertura all’attivita’ dell’asporto sulla base di queste norme – si legge nella nota – Il servizio viene svolto sulla base di prenotazioni telefoniche o online; il banco vendita saro’ posto all’ingresso dell’esercizio commerciale; i gestori sono responsabili del distanziamento sociale e anche di quello di eventuali riders per il delivery; e’ assolutamente obbligatorio l’uso da parte del personale di mascherine e guanti; il mancato rispetto delle norme comportera’ la chiusura per una settimana del locale”.

Meno limiti.

“Si e’ deciso inoltre, anche in conseguenza delle decisioni di questa mattina, di eliminare le fasce orarie in cui era consentita l’uscita dei cittadini. Rimane in vigore la fascia oraria tra le 6 e le 8,30 del mattino che viene riservata a quanti intendono svolgere attivita’ sportiva anche con corsa veloce e senza mascherina (jogging), rispettando comunque il distanziamento sociale, si sottolinea.(ANSA).