Nocera Superiore. Messa in sicurezza del Cavaiola: Cuofano e Prefetto in videoconferenza

L’aut-aut del sindaco Cuofano non è passato in sordina.

Giovanni Maria Cuofano
Giovanni Maria Cuofano

Il pressing istituzionale rilanciato nei giorni scorsi dal primo cittadino di Nocera Superiore – che ha nuovamente invocato urgenti interventi di messa in sicurezza del torrente Cavaiola – è stato raccolto dal Prefetto di Salerno, Francesco Russo.

Il funzionario di Governo ha convocato per mercoledì mattina una videoconferenza skype con Giovanni Maria Cuofano e con il Genio Civile, primo destinatario dell’appello del sindaco a «fare presto» per la messa in sicurezza delle pareti spondali del torrente nel tratto che attraversa la città di Nocera Superiore scongiurando l’adozione di misure drastiche, a tutela della pubblica incolumità, quale la chiusura di via Nazionale.

«Ringraziamo il Prefetto per la sensibilità nel raccogliere il nostro appello – dichiara Cuofano – ci rincuora il fatto che il Governo c’è quando ci sono alti funzionari in grado di rappresentarli: speriamo che oltre alla volontà si giunga all’azione. Ora ci aspettiamo che Regione Campania e Genio Civile facciano la loro parte rispetto ad un intervento che non è di competenza del Comune, ma che investe l’ente deputato a tutelare l’interesse generale della città. La tutela dei cittadini viene prima di tutto e la responsabilità non può essere scaricata solo sulle spalle dei Comuni».