Pompei. La movida ha il piano B. La ricetta di Pippo Discofashion

Il metodo alternativo del Sofì di Pompei

Pompei – Linee Guida tra ristoranti e Lounge Bar. Metodi alternativi

Pompei. Ristoranti e lounge bar senza linee guida. Metodi alternativi di movida.Pippo Discofashion Sofì Pompei Intervista del 14 Maggio 2020

Pubblicato da agro24.it su Venerdì 15 maggio 2020

“Non possiamo dire addio alla movida, dobbiamo rimboccarci le maniche e trovare soluzioni alternative”. E’ quanto ha dichiarato il titolare del ristorante lounge di via Sacra a Pompei, meglio noto come Pippo Discofashion. Chi più di lui può parlare con cognizione di causa della movida notturna, lui che è stato capace di richiamare centinaia di avventori il giorno di Natale e Capodanno fuori al suo locale e che registrava, prima del Covid, settimanalmente, una grande affluenza di clienti, tra ristorante e area bar. E così, nell’incertezza dovuta all’assenza delle linee guida sulla riorganizzazione dei ristoranti, Pippo ha sistemato un bancone esterno per i cocktail take away o al massimo da sorseggiare su tavolini distanziati. L’idea che arriva direttamente dalla California, Colorado, New York e Texas è la sua risposta alla crisi di settore generata dalla Pandemia. “Bisogna rivisitare tutto – continua il titolare di ‘Sofì’ – riconsiderare i vincoli logistici di spazio e lanciare proposte alternative”.