Viviamo Pagani: “Triste epilogo”

"Hanno scelto di restare solo per prolungare l'agonia ad un malato ormai in fase terminale. Ci auguriamo che abbiano imparato dagli errori commessi"

Pagani Comune
Pagani Comune

Il Consiglio comunale di Pagani si scioglie dopo la mancata approvazione del consuntivo.

Di seguito le dichiarazioni dei consiglieri comunali Barile e Cesarano, condivise dall’intera lista civica Viviamo Pagani.

“Il più triste degli epiloghi che si potesse immaginare per una storia nata già senza lieto fine. Abbiamo deciso di non presentarci in questo consiglio comunale perché eravamo certi che avremmo assistito, come è stato, all’ennesimo colpo alla città.
Non serve a nulla che la ex maggioranza si batta in petto mentre continua a peccare. Non serve a nulla che la ex maggioranza si batta in petto dicendo di soffrire per quello che coscientemente ha generato. Non hanno votato un consuntivo dopo che, per mesi, hanno difeso a spada tratta atti, ritardi e sconvolgimenti. Hanno avallato decisioni che, inevitabilmente, avrebbero portato ad uno scioglimento. La nostra lista, la lista Viviamo Pagani, ha più volte sollecitato i colleghi consiglieri TUTTI a presentate le dimissioni, a prendere atto di un fallimento che ha condannato Pagani alla gogna. Ma niente.
Hanno scelto di restare solo per prolungare l’agonia ad un malato ormai in fase terminale. Ci auguriamo che abbiano imparato dagli errori commessi.
Ci auguriamo che la città potrà essere libera di scegliere il suo futuro, consapevole che a disegnarlo, più delle altre volte, saranno i cittadini”.