VIDEO – Pagani. Verso il voto. Soliti noti tra riscatto e nuove occasioni

Dopo la mancata approvazione del rendiconto 2018 e l'ennesimo scioglimento del consiglio comunale, Pagani è già in campagna elettorale. I tempi sono stretti e bisogna accelerare

Pagani. Verso il voto.

Dopo la mancata approvazione del rendiconto 2018 e l’ennesimo scioglimento del consiglio comunale, Pagani è già in campagna elettorale. I tempi sono stretti e bisogna accelerare. Lo scenario non è dei più confortanti: coalizioni in frantumi, partiti spaccati, alleanze distrutte e feeling interrotti. I nomi sempre gli stessi: l’ex fedelissima di Alberico Gambino, dopo la breve e non memorabile parentesi alla guida della città in qualità di sindaco facente funzioni Anna Rosa Sessa scenderà in campo con il sostegno di Vincenzo Calce, direttore tecnico dell’Aspa e dell’ex consigliere politico di Gambino, Emilio Bonaduce. La Lega punta dell’avvocato Alfonsa Mattino, ma il dialogo con il gruppo che sostiene l’ex portavoce di Gambino è aperto. Fdi e FI dovrebbero schierare Enza Fezza.

Anche Paolillo e De Prisco.

Ha già annunciato la candidatura Vincenzo Paolillo leader di Grande Pagani, che intende dare vita a una coalizione civica. Pasquale Sorrentino è pronto a mettersi in gioco con il sostegno dei bottoniani. Potrebbe riproporsi anche Lello de Prisco con il suo progetto civico. A lavoro anche il grillino Santino Desiderio del Movimento 5 Stelle.