Sarno – Rifiuti abbandonati, lettera del sindaco Canfora

"È inaccettabile che per colpa di pochi, - dice il sindaco - si debbano avere angoli della città con cumuli di materiale. Ancora più inaccettabile che la colpa ricada sull’amministrazione che sta facendo un lavoro immane per smaltire rifiuti abbandonati"

Giuseppe Canfora
Giuseppe Canfora

Rifiuti di ogni genere abbandonati, materiale speciale lasciato ai bordi delle strade periferiche, dura la nota del sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, che invita tutti a denunciare chi deturpa la città. “Si invocano controlli, li abbiamo intensificati e così anche le sanzioni e il posizionamento di telecamere, ma è impensabile avere un militare dietro ogni cittadino solo perché sembra così difficile avere cura della propria città, degli spazi comuni; ed avere rispetto per se stessi e per gli altri”

LA LETTERA DEL SINDACO DI SARNO – GIUSEPPE CANFORA 

Rifiuti abbandonati: condanniamo chi deturpa la nostra bella città!

Esiste la malsana e pessima abitudine di condannare non chi sversa, abbandona rifiuti di ogni genere, ma l’amministrazione che dovrebbe fisicamente stare in ogni angolo del territorio a rimuovere in tempi record lo scempio di chi ogni ora del giorno e della notte, agisce da incivile incurante del territorio, dell’ambiente e degli altri cittadini.

Si invocano controlli, li abbiamo intensificati e così anche le sanzioni e il posizionamento di telecamere, ma è impensabile avere un militare dietro ogni cittadino solo perché sembra così difficile avere cura della propria città, degli spazi comuni; ed avere rispetto per se stessi e per gli altri.

A Sarno, città civile e responsabile, esiste una procedura semplice.

Abbiamo una raccolta differenziata “porta a porta” di qualsiasi materiale, altri paesi ci invidiano, che aiuta ed agevola ogni cittadino, soprattutto gli anziani. Per smaltire gli ingombranti basta chiamare il numero verde della Sarim •800 983 850• e saranno gli operatori a prelevare il materiale.

È merito delle scelte compiute in materia di ciclo dei rifiuti e della costanza e responsabilità della maggior parte dei cittadini se siamo stati premiati come Comune Riciclone.

È inaccettabile che per colpa di pochi, si debbano avere angoli della città con cumuli di materiale. Ed è ancora più inaccettabile che la colpa ricada sull’amministrazione che, fatemelo dire, sta facendo un lavoro immane per smaltire rifiuti abbandonati in aree critiche che sono già attenzionate. È mortificante per noi, comunità sarnese, vedere ancora in strada materassi, elettrodomestici, vecchi mobili abbandonati, quando stiamo facendo un grande lavoro di nuovo arredo urbano nelle piazze, nuova segnaletica, cura del verde, sistemazione delle aiuole. Ripeto, basta chiamare la Sarim.

Invito tutti a denunciare chi deturpa la nostra Sarno, saremo i primi ad intervenire ed agire anche con le forze dell’ordine”