Angri. Servizi sociali, gli operatori sono senza stipendio

Società cooperative senza fondi. Le coop che si occupano dell’assistenza domiciliare integrata e degli anziani sul territorio comunale sono in difficoltà

Angri servizi sociali
Angri servizi sociali

Società cooperative senza fondi. Le coop che si occupano dell’assistenza domiciliare integrata e degli anziani sul territorio comunale sono in difficoltà. Il Comune di Angri per il 2019 avrebbe versato solo una parte della quota relativa al canone annuale da riconoscere al Sub Ambito del Piano di Zona Salerno ambito S1_02 generando una falla nel sistema dei pagamenti che rischia di prolungare i tempi di attesa per la retribuzione agli operatori che lavorano per conto delle cooperative e delle società.

Insolvenze.

L’insolvenza, scrive il quotidiano “La Città”, sarebbe relativa al 2019, a tale periodo le politiche sociali dell’ente avrebbero finora versato una cifra approssimativamente vicina ai 300.000 € rispetto ai previsti 520.000. Una mancata liquidazione che inciderebbe sui compensi degli operatori dell’intera filiera. I soldi finora riconosciuti al Comune di Angri al Piano di Zona non garantiscono la piena copertura finanziaria per tutte le mensilità del 2019 con i lavoratori rivendicano ancora gli stipendi arretrati fino anche all’anno in corso. I pagamenti per il 2020 sarebbero fermi al mese di marzo con gli operatori già messi in crisi dalle restrizioni conseguenti la pandemia.

Azione amministrativa molto lenta.

I fondi per destinati al versamento delle quote annuali sono stati già previsti nel bilancio comunale e dal punto di vista amministrativo si attendono precise indicazioni per ottemperare a questa situazione che rischia di peggiorare l’azione di settore già finito nel mirino della sezione regionale della corte dei conti a causa della vicenda relativa ai debiti fuori bilancio non riconosciuti dall’ex commissario straordinario del Comune di Angri, Alessandro Valeri.