Anticipata al 20 luglio la partenza dei saldi estivi

Severino (Confesercenti): "Speriamo che questo comporterà un aumento delle vendite e un rilancio dell'economia post lockdown"

La Confesercenti Angri rende noto che la terza commissione del consiglio regionale della Campania presieduta dall’On. Nicola Marrazzo ha comunicato l’approvazione della mozione del Consiglio Regionale della Campania che richiedeva l’anticipo dei saldi estivi al 20 luglio anziché il 1 agosto 2020 come deliberato dalla conferenza Stato, Regioni e province autonome.

Aldo Severino
Aldo Severino

“I saldi estivi partiranno quindi il 20 luglio – fa sapere il presidente di Angri e presidente vicario della Confesercenti provinciale di Salerno Aldo Severino – in netto anticipo rispetto alla data precedentemente fissata. Speriamo che questo comporterà un aumento delle vendite e un rilancio dell’economia post lockdown.
Tutti i settori commerciali sono in affanno – dice Severino – ancor di più se si sommano che gli aiuti che dovevano venire dallo Stato, sono stati pochi o assenti. Una ferita che sanguina ancora e che molto probabilmente lascerà una cicatrice indelebile con la chiusura di tante attività e la perdita di altrettanti posti di lavoro.
Speriamo in un po’ di ristoro con l’avvio anticipato dei saldi. Intanto – continua Severino -, anche in occasione dei saldi estivi, rinnoviamo i consueti inviti agli acquirenti a porre molta attenzione, facendo, laddove possibile, un confronto con i prezzi degli stessi capi osservati nel periodo antecedente. Uno sconto “normale” – conclude Severino – dovrebbe, in una prima fase, attestarsi mediamente intorno al 30%. In ogni caso conviene sempre controllare bene la merce all’atto degli acquisti, per verificare che non si tratti di capi difettati o di fondi di magazzino”.