Inaugurata area sportiva intitolata a Catello Mari

Si è tenuta nelle scorse ore la cerimonia di inaugurazione dell’Area Sportiva in località Starza di Roccapiemonte intitolata a Catello Mari, giovane mai dimenticato dalla comunità rocchese, calciatore di assoluto livello, protagonista in particolar modo con la maglia della Cavese.
Dopo la benedizione della struttura effettuata da Don Giuseppe Ferraioli, si è proceduto al taglio del nastro ed è stata scoperta l’opera raffigurante Catello Mari, posta all’ingresso dell’Area Sportiva, realizzata dall’artista locale Rino Romano.
L’evento è stato coordinato dal Sindaco di Roccapiemonte Carmine Pagano e dall’Assessore allo Sport Roberto Fabbricatore, alla presenza di altri rappresentati dell’Amministrazione Comunale (il vice Sindaco Alfonso Trezza, l’Assessore Annabella Ferrentino e il Consigliere Comunale Luigi Lanzara).

Sul palco si sono susseguiti momenti emozionanti e ricordi legati a Catello. Presente la famiglia Mari, i genitori Giuseppe e Maria, il fratello Angelo e i nipotini del compianto campione. Inoltre, c’erano il Sindaco di Cava de’ Tirreni Vincenzo Servalli, il Comandante dei Carabinieri di Castel San Giorgio Michele Di Mauro, quello della Polizia Municipale di Roccapiemonte Graziano Lamanna accompagnato da altri agenti, il Presidente della Cavese Calcio Massimiliano Santoriello, il vice Presidente Giovan Battista Di Mauro, il capitano Claudio De Rosa, il calciatore e amico Gerardo Alfano, l’allenatore che più di tutti ha fatto maturare Catello e cioè Salvatore Campilongo. Molti i cittadini che hanno partecipato alla manifestazione, nello spazio organizzato per l’occasione e rispettando le regole del distanziamento e l’utilizzo di mascherina.

Premiati per l’impegno profuso per la realizzazione della struttura, i rappresentanti del Nucleo di Protezione Civile di Roccapiemonte, i volontari della Gadit (Guardie Ambientali d’Italia), Segnali di Vita, Dalle Zampe al Cuore e Croce Rossa sezione Agro. Premiate anche le ditte che hanno prestato la loro opera gratuitamente (Caredil di Alfonso Carpentieri, Edil Trans di Antonio Capuano, ditta Alfonso Vitale, Consorzio Campale Stabile, Ditta Di Domenico, Ditta Molinaro, Fratelli Bove, Fratelli Palumbo e Ditta Patierno Francesco Scafuri). Sono stati chiamati ad intervenire dai presentatori dell’evento Giuseppe Della Morte e Rosita Gargano, il giornalista e scrittore Giuseppe Acconcia ed il cantante Antonio Musante del gruppo Skizzekea che ha suonato l’inno della “Curva Sud Catello Mari”. Ovviamente non potevano mancare i tifosi della Cavese, una delegazione ha ricordato la figura di Catello, simbolo della Curva dello stadio Lamberti di Cava dè Tirreni.

Saluti e apprezzamenti per la realizzazione dell’Area Sportiva intitolata a Catello Mari, sono giunti dalla Salernitana, dalla Juve Stabia, dalla Paganese e dalla Nocerina.
“Questo è soltanto l’inizio. L’Area Sportiva sarà migliorata e abbellita nei prossimi mesi, con il campetto che sarà in erba naturale. Abbiamo velocizzato i lavori perché volevamo inaugurarla in un giorno simbolico: il 5 luglio infatti ricorre il compleanno di Catello. Avrebbe compiuto 42 anni e invece già da 14 ci ha lasciati. Anzi, ci correggiamo, la nostra volontà di ricordarlo con questa struttura, significa proprio il contrario. Catello non ci ha lasciati. E’ qui con noi, figlio di Roccapiemonte, dove ha vissuto la sua infanzia e mosso i primi passi da calciatore. Siamo onorati e orgogliosi di avergli intitolato questo spazio, pensato per i ragazzi, per le associazioni, per stare insieme. Un’area che mette insieme tutte le caratteristiche di Catello, giovane solare, sempre sorridente, disponibile e che amava la vita. Questa Amministrazione farà di tutto per rendere la struttura sempre più accogliente. Ringraziamo tutti quelli che hanno partecipato e chi ha avuto un pensiero per Catello in questa fantastica giornata” hanno dichiarato il Sindaco Carmine Pagano e l’Assessore Roberto Fabbricatore.