Polichetti (Udc), nuovo slancio al Centro moderato

Rilanciare il Centro moderato e puntare a riportare nel partito tutti i transfughi di destra e sinistra. Primo tavolo regionale per l’Udc all’indomani della nomina del dottore Mario Polichetti a nuovo vice coordinatore regionale. Giovedì scorso a Napoli si sono riuniti tutti i vertici del partito alla presenza del segretario nazionale, Lorenzo Cesa,per decidere unitariamente la linea del partito. L’Udc parte con nuovo slancio soprattutto dopo che Cesa ha deciso di arricchirire la dirigenza regionale con lo stimato medico ginecologo, Mario Polichetti, responsabile del reparto “Gravidanza a rischio” presso l’azienda ospedaliera universitaria San Giovanní di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno. La linea è chiara. Nessun soggetto politico nuovo, il partito già esiste e mirerà a riportare al centro tutti i transfughi. “la linea che il partito perseguirà in Campania e in Italia – spiega il vice coordinatore regionale Polichetti – sarà quella di ricreare uno spazio al centro dello schiermento politico recuperando tutti coloro che per mancanza di un soggetto adeguato sono migrati altrove. Non siamo interessati a creare un nuovo sottetto politico perchè il partito esiste, si tratta di riportare al centro tutte le anime moderate transfughe del centrodesta e del centrosinistra”.
L’impegno di Polichetti, ovviamente, come vice segretario regionale, si focalizzerà sulla Campania. “Porterò avanti le battaglie di sempre, per una sanità libera dai giochi politici e improntata sui bisogni della gente. L’emergenza Covid 19 ha mostrato le crepe e le carenze di un sistema da cambiare, in cui ai tagli si sostituiscano gli investimenti”.