Angri. Cosimo Ferraioli cola a picco, tanti abbandonano

I santini elettronici social che si son sostituiti a quelli cartacei restituiscono dal mare magnum alla spiaggia volti di naufraghi e "rigenerati" di precedenti elezioni

Angri. Tutti abbandonano la nave di Ferraioli
Angri. Tutti abbandonano la nave di Ferraioli

I santini elettronici social che si sono sostituiti a quelli cartacei restituiscono dal mare magnum alla spiaggia volti di naufraghi e “rigenerati” di precedenti elezioni. Dalla nave affondante i naufraghi della precedente amministrazione arrivati su più cheti lidi sono pronti a uno nuovo imbarco sulla nave del vincitore (ancora molto presunto). Quello che sembra contare più uomini in mare, e stiamo nel campo della metafora, sembra proprio il sindaco uscente Cosimo Ferraioli.

Una nuova imbarcata di naufraghi e rigenerati.

Il suo eterno avversario Pasquale Mauri è pronto a imbarcarsi l’ex assessore alle politiche scolastiche Caterina Barba, già delegata con lo stesso e con Ferraioli, che porta in dote Giggino D’Antuono, entrambi ex nemici giurati, con tanto di prove video, del vulcanico ex primo cittadino. Una nuova dichiarazione di amore e di redenzione pronta a “togliere tutte le chiacchiere di mezzo”, basta che “ci sta il sole”.

Peppe D’Ambrosio il redento.

Sulle sponde anche il dottore Giuseppe D’Ambrosio, già vice sindaco di Cosimo Ferraioli che con la sua confessione social ha voluto per forza dare fiducia a Mauri riconoscendogli quelle doti prima invisibili; della serie: “avevo fatto una clamorosa svista, ma me ne sono accorto appena in tempo cinque anni e qualche mese dopo”. Anche Vicenzino Ferrara, una volta sostenitore di Cosimino Ferraioli, è tornato da Mauri cancellando le eufemistiche “paliate” che si sono fatti “in illo tempore” l’irrequieto babbo Marcello e lo stesso ex sindaco, ritenute a giusta guisa due ruspanti irruenze paesane. Sulle scialuppe si contano anche scarti di altre “mezze figure” che hanno sempre navigato nel torbido della sussistenza, oggi alla ricerca di nuovi stimoli per il “bene del paese”.

Ferraioli corre ai ripari. Squillante pronto per le Regionali?

In effetti questi ritorni sembrano tra i temi portanti di questa campagna elettorale che vede una fuga di massa dalle liste di Ferraioli che nel chiuso delle sue stanze sta componendo la squadra per una eventuale riconferma con i suoi fidi alleati ovvero: la famiglia Sorrentino e la Lega di Antonio Squillante, che stando ai chiacchiericci di alcuni elementi della maggioranza, sarebbe coinvolto, eventualmente, anche a una candidatura di servizio alle prossime regionali in forza alla Lega, che ora vuole contare la forza voto salvinaina nell’agro. Sono comunque rumors e ipotesi da verificare.
Luciano Verdoliva