Nocera – Coronavirus. Torquato dissente su un possibile nuovo lockdown

Coronavirus. Pende il rischio di una nuova chiusura dopo l’aumento sostanziale dei contagi registrato negli ultimi giorni. Dissente il sindaco di Nocera Inferiore Torquato

Coronavirus Nocera Inferiore
Coronavirus Nocera Inferiore

Nuovi contagi e timori.

Coronavirus. Pende il rischio di una nuova chiusura dopo l’aumento sostanziale dei contagi registrato negli ultimi giorni. Dissente da una nuova possibile chiusura il sindaco di Nocera Inferiore Manlio Torquato: “Leggo da più parti di timori (giustificati) di una ripresa tardo estiva dell’epidemia, tanto da far dire al Presidente della Regione e ad alcuni membri del Governo che si va verso una nuova chiusura, un nuovo lockdown. Dissento” dice il sindaco sul suo spazio social.

Una nuova chiusura sarebbe micidiale.

“Sono stato tra i primi, come sindaco, ad adottare provvedimenti di chiusura di scuole mercati bar… I primi, noi a Nocera, a obbligare all’uso delle mascherine. Nella fase iniziale dell’epidemia tra fine febbraio e inizio marzo. Prima della Regione stessa. Prima del Governo. Le cui disposizioni abbiamo poi seguito ordinatamente, fino a fine maggio. Ma sono convinto – Aggiunge Torquato – che non potremmo reggere a una nuova chiusura, anche di fronte a una ripresa dell’epidemia. Non reggeremmo né psicologicamente, deprimendo ogni ripresa, né socialmente né economicamente. Con conseguenze che potrebbero essere micidiali”.

Gestione della pandemia.

“Se ripresa delle infezioni ci sarà dobbiamo gestirla da subito con coscienza con vigilanza nei comportamenti (uso scrupoloso della mascherina, distanziamento e segnalazioni) e attenzione, ma senza panico. Attrezzandoci, nella sanità e nella società. Nel quotidiano. Diversamente potremmo generare anche nel sentimento morale della popolazione stati di frustrazione e di reazione e danni sociali al momento non preventivabili. Da sindaco di una comunità che ha risposto con disciplina e senso del dovere nella fase peggiore, agirò nei limiti del possibile, così” conclude Torquato.