Pagani. La nota di Enza Fezza sulla situazione Mercato Ortofrutticolo

Fezza: "Tutti i soci del “Consorzio Ortofrutticolo Agro Nocerino Sarnese”, nell’assemblea del 19.02.2020, si sono espressi per la chiusura della fase di liquidazione del Consorzio"

Pagani Nocera Mercato Ortofrutticolo
Pagani Nocera Mercato Ortofrutticolo

Pagani. La nota di Enza Fezza (Fratelli d’Italia) sulla situazione Mercato Ortofrutticolo.

Fezza: “Tutti i soci del “Consorzio Ortofrutticolo Agro Nocerino Sarnese”, nell’assemblea del 19.02.2020, si sono espressi per la chiusura della fase di liquidazione del Consorzio” e quindi per la revoca dell’incarico al dott. Apa. Non nascondo di avere grande rispetto per il dott. Domenico (Mirko) Apa, ma ciò non può esimermi d’informare la nostra comune città di Pagani del prolungarsi eccessivo della sua permanenza senza che abbia svolto, dalla data della sua nomina (2017), alcuna “attività liquidatoria”, come risulta chiaramente dalla relazione dei Sindaci Revisori allegata alla bozza del “Bilancio 2019” (da approvare). Dalla Relazione emerge che nessun documento richiesto per la redazione della relazione di “Liquidazione” è stato inoltrato dal liquidatore dott. Apa, nonostante l’intimazione (a mezzo Pec) del Presidente del Collegio del 22.07.2020 ad adempiere alle delibere assembleari del 19.02.2020 e del 01.07.2020.

Apa.

Il permanere del dott. Apa (ben retribuito) di fatto non consente la costituzione del nuovo soggetto giuridico prestabilito e quindi una gestione ordinaria in grado di rilanciare una grande risorsa, fin troppo indebolita e sottosviluppata per le grandi potenzialità che ha, danneggiando gravemente l’ente Comune, cioè le tasche di noi contribuenti.

Spero che anche dopo la comunicazione inoltrata dal dott. Salvatore Barba (nominato per la gestione ordinaria del mercato), al Ministero dello Sviluppo Economico – Divisione V – Vigilanza (sul sistema cooperativo) che richiama le ipotesi di cui all’art. 2545 octiesdecies del c.c., il dott. Apa voglia fornire tutta la documentazione della sua attività di liquidazione per porre fine a questo infinito e dannoso capitolo per l’intera economia della città già abbastanza colpita.

Enza Fezza