Pagani. Verso il voto, accordi e spaccature

Anna Rosa Sessa sarebbe pronta a correre da sola

Pagani. Nel vivo della competizione.

Incontri, trattative, alleanze ma anche nuovi strappi e fughe. A Pagani, la campagna elettorale entra nel vivo. Il tempo stringe e partiti e civiche devono decidere su chi puntare e con chi allearsi. I giochi sono tutt’altro che chiusi e il numero dei candidati a sindaco potrebbe aumentare. Ieri sera, al tavolo che ha visto protagonisti Lega, FI, Udc e le civiche Pagani Protagonista e Cambiamo, che potrebbero puntare su Lello De Prisco, e Pagani Viva e le civiche che sostengono Vincenzo Calce, non ha partecipato, seppure invitata, Anna Rosa Sessa. Secondo i rumors, l’ex sindaco facente funzioni, dopo le dure battaglie condotte in aula dai banchi della minoranza contro l’amministrazione Bottone e dopo la deludente esperienza alla guida della città dopo la decadenza di Gambino, sarebbe intenzionata a correre da sola con le sue civiche, Pagani è e Pagani Cambia.

Accordi che possono sfumare.

Potrebbe sfumare, quindi, quell’ accordo che ormai appariva scontato con Calce, che potrebbe decidere di candidarsi con le sue civiche. Lega, FI e Udc e le civiche Pagani Protagonista e Cambiamo, invece, potrebbero ufficializzare già in settimana la candidatura di De Prisco.
Aldo Cascone, sostenuto dal Pd, potrebbe incassare il sostegno di Pietro Pisacane. Enza Fezza di FdI correrà col supporto del suo partito e dell’ex sindaco Gambino. Qualche malumore serpeggerebbe tra i bottoniani. Stando alle indiscrezioni potrebbero registrarsi addii dopo la decisione di puntare sull’ex consigliere pentastellato Santino Desiderio.