S.Marzano sul Sarno – Finanziamento di 70.000 euro per l’arredo scolastico

San Marzano sul Sarno - Il Comune concede il centro di aggregazione sociale di Piazza Guerritore per farne ulteriori aule scolastiche

Barretta Francesca
Barretta Francesca

San Marzano sul Sarno – Il Comune concede il centro di aggregazione sociale di Piazza Guerritore per farne ulteriori aule.

Finanziamento ok di 70.000 euro per l’arredo scolastico.

Il Centro di aggregazione giovanile “Nu Juorno Buono” di Piazza Guerritore sarà messo a disposizione dell’Istituto comprensivo “Anna Frank – Giovanni Paolo II” per farne ulteriori aule necessarie per garantire il distanziamento sociale degli alunni, cosi come imposto dai decreti del Governo. I locali saranno regolarmente a disposizione della direzione didattica dal 1 settembre. Lo ha deciso la Giunta comunale guidata dal Sindaco Cosimo Annunziata e su proposta del Vicesindaco ed Assessore alle Politiche Scolastiche Francesca Barretta, che ha approvato la delibera con la quale concede in comodato d’uso gratuito la struttura sociale. La popolazione scolastica cittadina è di 1205 alunni e tenendo conto delle linee guida ministeriali non vi sarebbero state le condizioni per garantire la regolare ripresa delle attività didattiche per un buon numero di alunni.

Il vicesindaco e assessore alle politiche scolastiche Francesca Barretta: “Impegno costante per favorire il ritorno a scuola e in sicurezza dei nostri ragazzi”.

“In questi ultimi mesi abbiamo dovuto affrontare tante problematiche a seguito del lockdown – dichiara l’Assessore Francesca Barretta – Ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo cercato di rispondere alle tante sollecitazioni ed esigenze. La disponibilità di ulteriori aule e l’acquisto di arredo scolastico integrativo, potrà garantire il regolare riavvio dell’anno scolastico in presenza”.

La soddisfazione del sindaco.

Attenzione massima alle esigenze delle famiglie per il sindaco Cosimo Annunziata: “Abbiamo affrontato l’emergenza con la diligenza del buon padre di famiglie, senza clamori e affrontando le problematiche di emergenza socio economica di decine di famiglie grazie alla collaborazione e solidarietà della Comunità. Consapevoli che l’emergenza covid non si è conclusa ma con la necessità di garantire il ritorno alla normalità ed in sicurezza dei nostri alunni, stiamo adottato tutte le precauzioni e le iniziative del caso”.