Roccapiemonte. Stop allo spreco di acqua pubblica

Su ogni fontana è stato applicato un pulsante erogatore oppure una manopola per aprire e chiudere il getto idrico a richiesta, così da evitare che l’acqua potabile possa sgorgare continuamente.

Continua la lotta contro gli sprechi idrici a Roccapiemonte. Un tema delicato e di strettissima attualità su cui il Sindaco Carmine Pagano da tempo non sta risparmiando impegno. In un periodo storico in cui è più che mai necessario risparmiare acqua pubblica, è stato infatti adottato dall’Amministrazione Comunale un nuovo meccanismo per la fruizione dell’acqua dalle fontanelle pubbliche presenti in città.
Su ogni fontana è stato applicato un pulsante erogatore oppure una manopola per aprire e chiudere il getto idrico a richiesta, così da evitare che l’acqua potabile possa sgorgare continuamente. Sono 14 in totale le fontane pubbliche esistenti a Roccapiemonte e con questo nuovo metodo è palese che potrà esserci una notevole riduzione del consumo idrico. Soddisfatta l’Assessore Annabella Ferrentino che ha ringraziato, insieme al Sindaco Pagano, gli operai per il lavoro svolto. “E’ stato un intervento mirato, minuzioso ed effettuato sulla spinta e la volontà di questa Amministrazione: cioè risparmiare il più possibile l’acqua pubblica”.
Il Sindaco Carmine Pagano ha poi voluto sottolineare alcuni aspetti:
“Roccapiemonte è uno dei pochi Comuni che ancora riesce a mantenere pubblico il servizio idrico nella propria città. Uno sforzo indicibile quello che stiamo affrontando, una battaglia per evitare l’avvento del privato che continua e continuerà, perché i cittadini devono essere consapevoli che passare al privato significherebbe vedersi triplicato il costo per il servizio. Tra l’altro, e questo è sotto gli occhi di tutti, la gestione del privato in molti comuni della Campania è assolutamente scadente, con disservizi e carenze. A Roccapiemonte stiamo provando in tutti i modi a superare i problemi esistenti rispetto alla erogazione di acqua pubblica, sono convinto che con l’attivazione del quarto pozzo presso l’Acquedotto Comunale riusciremo ad evitare gli attuali disagi della sospensione idrica notturna. I cittadini stanno dando una mano importante, mantenendo la pazienza necessaria e con i contributi volontari al conto corrente che abbiamo aperto di recente. Nel solco del lavoro che stiamo portando avanti, abbiamo perciò installato pulsanti e manopole su tutte le fontane pubbliche. Si eviteranno così quelle spiacevoli occasioni in cui si vedeva l’acqua fluire senza che nessuno la utilizzasse”.