Sarno – Truffano un disabile, due giovani nei guai

Inducevano la persona in stato di soggezione e paura per le conseguenze su una psiche fragile e volubile.

Truffano un disabile facendosi consegnare 110mila euro in 6 anni. Ora devono rispondere di circonvenzione di persone incapaci per aver abusato delle condizioni della loro vittima portandogli via la grossa somma di denaro i due imputati raggiunti dalla richiesta di rinvio a giudizio M. C. e A. C., di Sarno, rispettivamente di 31 e 27 anni, attesi dalla valutazione del gup all’ atto dell’ udienza preliminare in attesa di fissazione.

 

La vicenda riguarda un’ azione commessa in concorso dai due soggetti, i quali avrebbero ordito un preciso piano criminoso, in grado di procurare profitto illecito.

Per le contestazioni, nate da una denuncia dei familiari della vittima, i due avrebbero consumato la truffa nei confronti di un uomo in condizioni psichiche compromesse, con deficienze ravvisate, anche se non interdetto, «inducendolo a farsi consegnare in sei anni 110mila euro», con la scusa di avere problemi economici, giudiziari e altre difficoltà. Ancora, approfittando del suo stato confusionale e della mancanza di controllo mentale delle sue facoltà, i due escogitavano una ulteriore fandonia, inventandosi problemi giudiziari della stessa vittima: «Ci servono soldi, sei nei guai con la giustizia, che hai fatto?». Inducevano quindi la persona in stato di soggezione e paura per le conseguenze su una psiche fragile e volubile.