Angri. La nuova segnaletica stradale è anche a luci led

Strisce pedonali con led ad alta emissione, auto alimentati da pannelli solari integrati, inseriti direttamente nell’asfalto, per incrementare la visibilità di tali attraversamenti, e aumentare la sicurezza dei pedoni

Led strisce pedonali
Led strisce pedonali

Angri. La nuova segnaletica stradale è anche a luci led.

L’Istituzione temporanea senso unico alternato e divieto di sosta in via Badia e via Adriana nelle giornate del 29 e 30 ottobre prossimo è dovuta ai lavori di rifacimento della segnaletica stradale. Lavori alla segnaletica stradale che stanno interessando tutto il territorio, grazie all’impegno costante della comandante della polizia locale colonnello Anna Galasso, che nonostante le poche risorse disponibili, sta mettendo in sicurezza le strade del territorio.

Attraversamenti pedonali a led.

Così si sta assistendo alla nascita delle strisce pedonali con led ad alta emissione, auto alimentati da pannelli solari integrati, inseriti direttamente nell’asfalto, per incrementare la visibilità di tali attraversamenti, affinché possano aumentare la sicurezza dei pedoni che utilizzano tali strisce. Ci sarà, quindi, nelle giornate del 29 e 30 ottobre 2020, dalle ore 21:00 alle ore 06:30, l’istituzione di un divieto si sosta in ambo i lati, con rimozione nelle seguenti località: in via Badia, nel tratto compreso tra l’intersezione con prolungamento di Corso Italia e l’intersezione con via Adriana; in via Adriana, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Badia e la rotatoria per lo svincolo Angri Sud. E nelle stesse strade, negli stessi giorni e negli stessi orari, l’istituzione di un senso unico alternato durante l’esecuzione dei lavori.

Automobilisti poco accorti.

Purtroppo si continua a constatare che in alcuni tratti, pur essendoci, ben visibile, segnaletica orizzontale e verticale, attraversamenti pedonali, videosorveglianza, che dovrebbero rendere più cauti i conducenti dei veicoli, un gran numero di automobilisti hanno una condotta simile a quella che si avrebbe in una pista da gara, effettuando sorpassi dove non è possibile o semplicemente transitando ad alta velocità senza rispettare le precedenze o i pedoni. Sembra che all’interno delle proprie auto si perda il senso del pericolo e la consapevolezza delle conseguenze che possono verificarsi se si adotta una modalità scorretta di guida e non si rispetta il codice della strada. Da ultimo l’incidente in via Adriana, che ha coinvolto un malcapitato ciclista, ha evidenziato che nei centri abitati, si deve prestare massima attenzione e guidare sempre con cautela.

Aldo Severino