Pagani. Fondi covid. La proposta di Vincenzo Calce

I fondi assegnati dal governo centrale al Comune di Pagani, 207mila euro, sono destinati ad aiutare le fasce deboli messe a dura prova dalla lunga fase di emergenza. La proposta del consigliere Vincenzo Calce.

Vincenzo Calce
Vincenzo Calce

I fondi assegnati dal governo centrale al Comune di Pagani, 207mila euro, sono destinati ad aiutare le fasce deboli messe a dura prova dalla lunga fase di emergenza. La proposta del consigliere Vincenzo Calce.

“Invito il primo cittadino di Pagani a non tralasciare quelle attività che per ovvi motivi non hanno conosciuto la chiusura totale e garantito, in ogni caso, servizi essenziali ed indispensabili.
Il mio pensiero è rivolto a uomini e donne che nel corso di questi duri mesi hanno assicurato supporto in maniera esemplare per le specifiche competenze e in svariati settori quali:
– attività di polizia municipale e controllo del territorio ;
– l’igiene ambientale ambientale;
– mercato ortofrutticolo;
– associazioni di volontariato impegnate sul territorio”.

Gli altri settori.

“Lo stato di pandemia ha costretto tante figure che operano in questi comparti a sostenere ulteriori costi al fine di garantire la sicurezza e la salubrità sia dei lavoratori che degli stessi utenti investendo risorse economiche che hanno appesantito ulteriormente le difficoltà già note” prosegue la nota di Calce.

“Ci tengo a sottolineare gli enormi sacrifici affrontati dagli operatori del mercato ortofrutticolo, attività di notevole importanza per il nostro territorio, che nonostante il lockdown e le relative limitazioni legate alla mobilità, ha mantenuto il livello occupazionale e garantito sulle nostre tavole gli alimenti di prima necessità” continua Calce.

Occhio al Mercato Ortofrutticolo.

“Nel corso di questi mesi l’operatività del mercato Nocera-Pagani non ha fatto registrare rallentamenti o blocchi continuando a sostenere regolarmente i servizi e continuando ad accogliere addetti ai lavori provenienti da tutte le regioni d’Italia e dall’estero
Operatori, dipendenti e cooperative di servizio hanno assicurato regolarmente ogni attività con gli standard auspicati esponendosi quotidianamente a rischi elevati di contagio continuando a lavorare di buon grado e in maniera impeccabile anche in relazione all’imprevedibilità dell’evento seppur con scarse risorse destinate per la fornitura dei dispositivi di protezione individuali” chiosa il consigliere.

Infine Calce ringrazia: “Un meritato tributo va rivolto alle forze di polizia che in questi mesi, con spirito di abnegazione e grande professionalità, sono state sempre al fianco di Noi cittadini mostrando grande sensibilità e disponibilità nei confronti delle istituzioni e dell’intera comunità paganese esponendosi ogni giorno ad un elevato rischio di contagio. Auspico che il Sindaco possa legittimare e considerare, nella giusta misura, il lavoro di tante risorse umane che hanno lavorato e continuano a farlo nell’interesse di tutti i cittadini”.