Pompei. Alfonso Conforti presiede il “Polo Liberal Democratico” contro Lo Sapio e maggioranza

Il giorno successivo alla proclamazione della squadra di maggioranza che governerà Pompei per un periodo più o meno lungo arriva l’annuncio della squadra di minoranza

Alfonso Conforti
Alfonso Conforti

Pompei. Alfonso Conforti presiede il “Polo Liberal Democratico” contro Lo Sapio e maggioranza.

Il giorno successivo alla proclamazione della squadra di maggioranza che governerà Pompei per un periodo più o meno lungo arriva l’annuncio della squadra di minoranza. Non un governo ombra della città di Pompei ma quasi a leggere il comunicato stampa che è stato diffuso dal “Polo Democratico”  che intende mantener l’impegno che aveva preso con il corpo elettorale anche oltre il 21 settembre. Una motivazione seria, insomma,  perché, come recita il comunicato di oggi “Il cuore della Coalizione Civica per Pompei, che ha sostenuto la candidatura a sindaco di Domenico Di Casola, continua a battere”.

Non batte certo per Lo Sapio né per La Marca  ma si presenta alla città nel segno della continuità con un direttivo politico di 12 elementi (due per lista civica, e i 6 nuovi consiglieri comunali). Presidente Alfonso Conforti che annuncia “saremo le sentinelle che, a nome e per conto dei cittadini di Pompei, vigileranno sull’operato dell’amministrazione comunale e che con essa dialogheranno in maniera democratica per promuovere le istanze dei pompeiani”. Al suo fianco un pool di donne: Vicepresidente Margherita Blasio, Segretaria Emanuela Izzo, Tesoriera Rosalia D’Apice.

Un segnale.

Arriva anche la notizia  che il nuovo organismo politico-amministrativo si darà  uno statuto come  “segnale che l’impegno politico non termina con la chiusura della campagna elettorale, ma segna l’inizio di un nuovo percorso” e una sede “per accogliere i pompeiani, e le loro istanze, da portare in consiglio comunale”. Una iniziativa che, dato il preambolo, ci sembra propositivo per il futuro di Pompei. Se Lo Sapio ha dimostrato di saper partire deciso e veloce con la sua squadra Di Casola e compagni non si sono fatti sorprendere. La partita è aperta, niente colpi bassi, vinca il migliore. Vale a dire la componente politica che riuscirà finalmente, nei fatti concreti, a far decollare Pompei, oltre la pandemia.

Mario Cardone