Pompei. Potenziato il servizio dei vigili urbani in strada fino alla mezza notte

Il nuovo sindaco di Pompei ha potenziato il servizio dei vigili urbani, assicurando da ora in poi anche la massima reperibilità per gli operai comunali al fine di garantire interventi tempestivi per lavori emergenziali di manutenzione e sicurezza. Secondo i nuovi turni i vigli urbani saranno presenti nelle strade fino a mezzanotte e saranno implementati i turni di servizio a partire dalle ore 17:00 i considerazione anche di recenti episodi di microcriminalità che hanno interessato specialmente la periferia della città di Pompei. Un comunicato stampa del sindaco Lo Sapio indica violazioni alla pace e alla normalità urbana che vanno dal mancato rispetto del decoro cittadino all’inquinamento acustico ed avverte che da ora in poi gli agenti di polizia municipale avranno anche compiti di controllo del rispetto delle misure anticovid considerato l’acuirsi dei contagi soprattutto tra la fascia più giovane della popolazione. La massima reperibilità è stata richiesta anche alla squadra di operai comunali il cui intervento tempestivo risulta decisivo, soprattutto in vista dell’inverno, quando normalmente si allagano molte strade di Pompei e serve il loro servizio per assicurare la manutenzione ordinaria alle fognature e per gli interventi di somma urgenza. “Considerata Vista la vocazione turistica di Pompei e la presenza in città di molte persone incentivate anche dalla Ztl, è impensabile che non ci siano vigili in strada dopo un certo orario. – Ha spiegato il sindaco di Pompei, Carmine Lo Sapio, La loro presenza non solo serve a far rispettare il codice della strada, ma a prevenire e scoraggiare l’insorgere di fenomeni di criminalità. – Ha proseguito. Si tratta, ovviamente, di un’operazione che verrà effettuata in sinergia con le altre forze dell’ordine presenti sul territorio così come ho già avuto modo di auspicare nei recenti incontri sia con il comandante della stazione dei carabinieri Angelo Esposito, che con la Dirigente del Commissariato di Polizia Stefania Grasso”.

Mario Cardone