Pompei. Ragazzo perde le dita nel laboratorio di pasticceria di un bar del centro

Si è saputo solo oggi che ieri un trentenne pasticciere pompeiano, da poco assunto, ha perso tre dita mentre lavorava ad una macchina nel laboratorio di pasticceria di uno dei più famosi bar del centro moderno di Pompei. Secondo quanto appurato dal comando dei carabinieri della stazione locale, i cui militari sono immediatamente accorsi sul posto, l’incidente è avvenuto mentre il ragazzo operava ad una macchina di gelateria industriale. Il comandante della caserma di Pompei, maresciallo maggiore Angelo Esposito, ha dato per questo motivo disposizione di sequestrare la macchina allo scopo di chiarire se sussistono nel merito responsabilità di terzi. Di tanto è stata informata la procura della repubblica del tribunale di Torre Annunziata. Il giovane ieri è stato è stato ricoverato in pronto soccorso presso l’Ospedale Caldarelli di Napoli. I carabinieri hanno per tempo recuperato le tre dita dello sfortunato ragazzo pasticciere, consegnandole al personale infermieristico del 118 nella speranza che possa essere possibile riattaccarli alla mano con un intervento chirurgico. Al momento non si hanno ancora notizie sullo stato di salute del giovane artigiano infortunato e ricoverato presso l’Ospedale cardarelli di Napoli.