Scafati. COVID-19. Russo denuncia la mancata attivazione dell’USCA

È evidente lo stato di confusione nella delicata gestione della seconda ondata di pandemia COVID-19. Finisce ancora nel mirino delle opposizioni il sindaco Cristoforo Salvati

Michele Russo Cristoforo Salvati
Michele Russo Cristoforo Salvati

Scafati. COVID-19. Russo denuncia la mancata attivazione dell’USCA.

È evidente lo stato di confusione nella delicata gestione della seconda ondata di pandemia COVID-19. Finisce ancora nel mirino delle opposizioni il sindaco Cristoforo Salvati. A puntare il dito contro il primo cittadino a la sua amministrazione ancora una volta il consigliere comunale di “Insieme per Scafati” Michele Russo che pone l’accento sul mancato decollo dell’USCA, ormai attiva in tutto l’agro tranne che a Scafati.

Sindaci a confronto.

“Sindaci a confronto: il neo eletto Sindaco di Pagani annuncia l’apertura dell’Unita di Continuità Assistenziale USCA di cui abbiamo più volte chiesto l’attivazione a Scafati, sin da Aprile, mentre il nostro Sindaco raccomanda attenzione soprattutto … nel wee kend. Scafati per popolazione e per legge ha diritto e necessità dell’attivazione dell’USCA essendo il Comune della provincia di Salerno con il più alto numero di contagiati. La situazione dei contagiati non ricoverati e la loro assistenza non risulta adeguata come da tante testimonianze che raccogliamo. Ma noi ci affidiamo a Tarro … e al Signore Nostro” dice Michele Russo.