Scafati. Lavori per scuola ed impianti sportivi

Partono in ritardo i lavori per gli adeguamenti degli istituti scolastici e gli atti per gli affidamenti degli impianti sportivi

SCAFATI. L’inizio dell’anno scolastico si trascina dietro ancora le polemiche sui ritardi dell’amministrazione comunale nel farsi trovare pronta per l’apertura. Polemiche che hanno avuto il potere di agitare sia il sindaco Cristoforo Salvati che l’assessore alla Pubblica Istruzione Alessandro Arpaia. E’ un’amministrazione decisamente sensibile alle critiche mosse attraverso i social, e Salvati lo ripete in conferenza stampa a più riprese. “La sensazione è che la città non sia sempre al corrente del lavoro che facciamo”, spiega, preannunciando una conferenza al mese per illustrare il lavoro del suo esecutivo. “I fondi Covid per le aule sono arrivati in piena estate, non abbiamo avuto chissà quanto tempo per metterci all’opera”, sottolinea, evidenziando anche i numeri. “Sono 16mila euro di fondi dedicati alla manutenzione ordinaria, circa 230 mila di fondi Covid per le aule, mentre sono 2 i milioni dedicati all’adeguamento sismico dei plessi di Mariconda e San Pietro”. I lavori a Mariconda partiranno settimana prossima, i bambini della materna e delle elementari sono stati spostati al plesso Capoluogo. Previsto a giorni anche l’avvio della navetta. “Abbiamo fatto ripetuti sopralluoghi, a parte qualche segno di usura, le nostre scuole sono delle bomboniere”, sbotta Arpaia. Novità anche per le strutture sportive. “Abbiamo avuto l’ok dai Vigili del Fuoco per la nuova via di fuga allo stadio comunale. Bisogna fare i lavori e finalmente avremo risolto anche quest’altra atavica difficoltà”, anticipa Alfonso Di Massa, assessore allo Sport. Firmato l’atto di indirizzo che autorizza gli uffici a predisporre il bando per la gestione delle strutture sportive, tra queste le opere realizzate con i fondi “io gioco legale” dalla precedente amministrazione, come il Palatenda di via Tricino. In affidamento anche i campi da tennis in via della Resistenza. “Tra due settimane pronta anche la palestra in via della Resistenza, vandalizzata nei giorni scorsi, mentre il PalaMangano sarà definitivamente agibile dal mese prossimo”.

Adriano Falanga