Nocera Inferiore. Via Napoli, edilizia Ers. Il Comune progetta la riqualificazione

Il progetto inviato questa mattina alla Regione Campania, in risposta alla manifestazione di interesse, riguarda la riqualificazione dell’area ubicata in Via Napoli (zona ex container) su una superficie complessiva di 4.330 mq.

Nocera Inferiore Comune
Nocera Inferiore Comune

L’ amministrazione Torquato ha partecipato al Bando Regionale per la realizzazione di Programmi Integrati di Edilizia Residenziale Sociale. Il progetto inviato questa mattina alla Regione Campania, in risposta alla manifestazione di interesse, riguarda la riqualificazione dell’area ubicata in Via Napoli (zona ex container) su una superficie complessiva di 4.330 mq.

“Il progetto avviato dal Comune di Nocera Inferiore si configura come programma di intervento per il potenziamento dell’ offerta di alloggi sociali per la città. In particolare prevede la realizzazione di 32 alloggi di varia tipologia e pezzatura, 2 alloggi adibiti a servizi di quartiere e 1 sala polifunzionale per servizi e attività condominiali – si legge in una nota – Le nuove costruzioni, previste dalla bozza progettuale, rispondono alle linee guida dell’ efficientamento energetico e nel rispetto della normativa per l’ eco- sostenibilità .Gli alloggi saranno dotati di impianti tecnologici ad alta efficienza energetica e a basso consumo. Inoltre, è prevista la creazione di un sistema di servizi. Il costo dell’intervento omnicomprensivo è pari a 6 milioni di euro, di questi 5 milioni garantiti dal contributo regionale e 1 milione a carico del Comune di Nocera Inferiore ( tramite assunzione di mutuo C/o Cassa DD.PP)”.

In attesa del riscontro della Regione Campania, l’ assessore ai LL.PP, Immacolata Ugolino ha dichiarato: “la proposta progettuale rappresenta un’occasione per la riqualificazione di un’area importante come quella di Via Napoli e contemporaneamente è una risposta concreta alla carenza di alloggi ERS”.

Soddisfazione del Sindaco per l’ importanza del lavoro svolto dal Settore LL.PP, dall’ Ing. Califano e dai geometri Faiella e Salucci.