Sarno. Sicurezza idrogeologica: ripresa lavori a “Vasca Mare”

Sarno. Sicurezza idrogeologica a “Vasca Mare”. Riprendono i lavori per una delle opere idrauliche fondamentali per la sicurezza del territorio

Sarno Vasca Mare
Sarno Vasca Mare

Sarno. Sicurezza idrogeologica: ripresa lavori a “Vasca Mare”.

Sicurezza idrogeologica a “Vasca Mare”. Riprendono i lavori per una delle opere idrauliche fondamentali per la sicurezza del territorio. Dopo il forzato fermo dovuto all’emergenza sanitaria COVID-19, gli operai della Regione Campania hanno ripresa la pulizia e la bonifica della vasca di laminazione della frazione Episcopio.

L’opera di contenimento.

L’opera fu realizzata dopo gli eventi alluvionali del maggio 1998, quando il territorio cittadino fu gravemente interessato da una serie di fenomeni franosi naturali che si svilupparono a ridosso della fascia pedemontana, provocando ingenti danni alle abitazioni e la tragica morte di 137 persone. I lavori alla “Vasca Mare” nella quale confluiscono i due valloni omonimi confluenti in una vasca di raccolta realizzata in località Santa Maria della Foce, nell’aera pedemontana del monte Saro, sono funzionali e preventivi del rischio idrogeologico, e furono precedentemente commissionati dalla Regione Campania nel dicembre del 2019, ma fermi per l’emergenza sanitaria in corso.

Il piano d’interventi.

I primi interventi sull’opera idraulica prevedono lo svuotamento completo del vallone, poiché a monte e completamente pieno di materiali alluvionali, si procederà poi al ripristino della funzionalità delle opere di canalizzazione esistenti al fine di garantire il regolare collegamento tra gli alvei naturali nelle aree di monte dei centri abitati, attualmente coperti da detriti e vegetazione spontanea. Previsti anche lavori per la sostituzione della staccionata protettiva lungo i percorsi interni e che versa in cattivo stato di conservazione e in parte divelta.

Canfora e Villani.

Qualche giorno fa – scrive il quotidiano “La Città” – il primo cittadino Giuseppe Canfora è stato sul posto per un sopralluogo con i tecnici della Regione. Previste anche altre opere di messa in sicurezza per altre località del territorio sarnese. La deputata del Movimento 5 stelle Virginia Villani ha chiesto al Governo centrale il riconoscimento dello stato di calamità naturale sollecitando interventi rapidi dopo i danni provocati dalla recente ondata di maltempo.